Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Chiavari, yacht e villa ma una dichiarazione dei redditi da “fame”: nei guai due professionisti

Chiavari. Hanno nascosto al fisco metà del reddito effettivamente prodotto e per questo sono finiti nei guai. Si tratta di due professionisti, un architetto e un avvocato, sottoposti a verifica fiscale dalla compagnia della guardia di finanza chiavarese.

La verifica, indotta dall’esiguità dei compensi dichiarati dai due professionisti in rapporto al loro tenore di vita (uno proprietario di un’imbarcazione da diporto e l’altro dimorante in una lussuosa abitazione in locazione, per la quale corrisponde un canone mensile di 1.400 euro), sono state sviluppate mediante l’utilizzo di documenti extracontabili relativi a rapporti con i clienti, reperiti al momento dell’accesso presso le sedi delle attività; l’incrocio tra gli importi indicati nelle parcelle emesse e quelli risultanti dall’Anagrafe tributaria, desunti dall’importo delle ritenute fiscali applicate dalle aziende clienti e l’esecuzione di accertamenti bancari.

I compensi non dichiarati, considerando varie annualità, sono risultati, per l’architetto, di circa 500 mila euro, mentre quelli riferibili all’avvocato sono stati quantificati in oltre 300 mila euro, con un’Iva evasa correlata pari a 99 mila euro, nel primo caso, e a 46 mila euro, nel secondo.

Nel corso dei controlli è stato appurato, tra l’altro, che l’architetto si avvaleva di una collaboratrice domestica in nero.