Sport

Calcio, serie D: le decisioni del giudice sportivo relative ai recuperi giocati ieri

Bogliasco. Il giudice sportivo ha reso note le proprie decisioni riguardo ai sei recuperi del girone A giocati ieri.

Giuseppe Cedro (Lascaris) è stato fermato per due gare perché espulso “per avere, senza alcuna possibilità di contendere il pallone, colpito con un calcio ad una gamba un avversario senza tuttavia provocargli conseguenze fisiche”.

Luca Pellegrini (Derthona) è stato squalificato per un turno in quanto espulso “per avere rivolto espressione offensiva all’indirizzo di un calciatore avversario”.

Dovranno saltare una partita Davide Ughetto (Lascaris), Andrea Incontri (Asti), Andrea Lupi (Naviglio Trezzano), Samuele Emiliano (Vallée d’Aoste), Andrea Massaro (Villalvernia Val Borbera).

Giovanni Fasce, allenatore del Villalvernia Val Borbera, è stato squalificato per tre partite in quanto “allontanato nel corso del secondo tempo per avere rivolto espressioni offensive all’indirizzo dell’arbitro e di un suo assistente, nell’abbandonare il terreno di gioco reiterava tale condotta”.

Il Derthona è stato multato di 1500 euro e giocherà la prossima partita a porte chiuse “per avere, al termine della gara, durante l’ingresso negli spogliatoi, due persone non identificate ma chiaramente riconducibili alla società, aggredito con spintoni e minacce alcuni tesserati della società ospitata venendo bloccati solo grazie all’intervento delle forze dell’ordine. Una di dette persone, indebitamente presente nello spiazzo antistante gli spogliatoi, tentava di avvicinarsi con atteggiamento minaccioso al Direttore di gara senza tuttavia riuscirvi per il tempestivo intervento dei dirigenti locali e nella circostanza rivolgeva all’arbitro espressioni offensive e gravemente minacciose. Sanzione così determinata in considerazione della diffida”.