Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Art.18 e riforma del lavoro, il governo va avanti: a Genova continuano le proteste della Cgil

Genova. Il governo va avanti con le modifiche all’articolo 18 e oggi il Consiglio dei ministri approverà “salvo intese” la riforma del mercato del lavoro. Anche la Cgil non cambia rotta e anche a Genova proseguono le manifestazione di protesta, che la scorsa settimana hanno visto scendere in piazza oltre 5 mila metalmeccanici. Oggi sarà la volta dei lavoratori della funzione pubblica, che daranno vita a un presidio davanti a palazzo Tursi.

Al centro della protesta il disegno del governo, che “anziché preoccuparsi delle reali condizioni dei lavoratori e del Paese punta l’interesse sui licenziamenti facili”.

“La condizione dei lavoratori invece è molto pesante: mentre l’inflazione galoppa, i contratti del pubblico impiego sono bloccati da 3 anni; il precariato è la tipologia contrattuale più diffusa anche nel pubblico, mentre il venir meno delle risorse sta falcidiando i lavoratori delle aziende e cooperative che operano in appalto nei comuni, in ambito socio sanitario ed educativo – spiegano – Per questi motivi si ritiene strumentale ai mercati e alla finanza una riforma del lavoro che non affronta le vere questioni alla base di un miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro di tutti”.

In concomitanza con la protesta davanti a Tursi saranno effettuati presidi anche in altri posti di lavoro.