Alluvione, associazione RipuliAmo Genova: in edicola calendario per beneficenza - Genova 24
Cronaca

Alluvione, associazione RipuliAmo Genova: in edicola calendario per beneficenza

alluvione genova 2011

Genova. Nasce l’Associazione “RipuliAmo GeNova”, dopo i recenti tristi avvenimenti legati all’alluvione che ha colpito la nostra città che ci hanno visto lavorare come gruppo di volontari organizzato, con la collaborazione di più di 430 persone, con l’intento di non disperdere il grande senso civico emerso in quest’occasione da parte di cittadini ed abitanti.

Proseguendo il lavoro di soccorso alla città, è stato strutturato un Progetto di raccolta fondi che ha visto come primo progetto la realizzazione di un Calendario fotografico della Città dopo l’alluvione, con speciale rilievo dato ai volontari che l’hanno ripulita.

12 fotografie di tre fotografe eccellenti, Federica de Angeli (www.federicadeangeli.com) , Serena Ph Repetto e Roberta Boero, 12 disegni dei bimbi di età compresa tra i 3 e i 5 anni, della Scuola d’Infanzia Borgo Pila, e 4 fotografie amatoriale che ci hanno inviato gli amici e i volontari.

Il calendario è stato patrocinato da: Comune di Genova (www.comune.genova.it) , Provincia di Genova (www.provincia.genova.it), Regione Liguria (www.regiona.liguria.it) , Ministero per lo Sviluppo Economico (www.sviluppoeconomico.gov.it) , Camera di Commercio (www.ge.camcom.it) , Costa Endutainment, ed è sponsorizzato da Figgi Do Zena (www.figgidozena.it), La Melagranata (www.melagranata.it) , Cmr Ceramiche (www.cmrceramiche.com).

“L’obiettivo è chiaramente quello di raccogliere il quantitativo maggiore possibile di fondi da destinare a coloro i quali hanno subito le conseguenze peggiori della terribile alluvione di novembre, seguendo le indicazioni dei servizi sociali e anche quelle, certificate, dei cittadini”, spiega Margherita Mereto Bosso, Presidente dell’Associazione RipuliAmo GeNova.

“Il senso di questo calendario non è quello di ricordare la tragicità di questo evento e rimarcarne il dolore, bensì invece ri evidenziare il lato finalmente civile della popolazione genovese, orgogliosa di aver dimostrato, anche a se stessa, un senso civico che ha permesso, attraverso l’intensa cooperazione, di fare della solidarietà l’unico obiettivo di quei giorni”.

E quando si chiede loro il perché di questa Associazione, Margherita Mereto Bosso, Stefano Curreli, Yurick Balbo e Alice Barbieri rispondono così: “L’Associazione nasce con lo scopo di non perdere né disperdere tutto il senso civico emerso, appunto: vero enorme potenziale per far si che tante cose possano migliorare, d’ora in avanti, e noi speriamo di essere parte attiva del miglioramento di questa città, e convincere i cittadini che solo agendo, le cose cambiano”.

L’anima di questo calendario è quindi la bellezza della normalità: perché non si è angeli, si è cittadini, e da cittadini non bisogna smettere di collaborare per migliorare la qualità della nostra vita.

Il calendario verrà venduto in tutte le edicole (circa 650), grazie alla collaborazione del Corriere Mercantile, della Città di Genova e della Provincia fino a metà marzo, ad un costo basso ma sufficiente (5€) per ricavarne un grande contributo per gli alluvionati della Città.

Più informazioni