Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

A un punto dai play off la Sampdoria sorride, ma per Iachini l’imperativo è: “Non accontentarsi”

Genova. E’ un po’ più difficile dopo la giornata di campionato di oggi stare ad ascoltare il monito di Beppe Iachini di non guardare la classifica: “Andiamo avanti per la nostra strada – ha detto l’allenatore della Sampdoria – e cerchiamo di fare il massimo dei punti, anche attraverso il buon gioco con buone geometrie e buone verticalizzazioni.

Il rammarico è che potremmo avere qualche punto in più, ma è meglio pensare alla prossima partita perché con il Crotone non sarà facile”.

Niente sguardo alla classifica, dunque, che oggi dice Padova 53, Varese 52, Sampdoria 51: un punto dai play off che ormai vede anche la squadra veneta coinvolta nella lotta per accedervi (lotta che accoglierà la vincente tra Brescia e Reggina).
“Abbiamo giocato bene all’inizio – ha continuato durante la conferenza stampa Beppe Iachini – ma dovevamo essere più bravi a fare un golletto in più. Potevamo gestire meglio il possesso palla. Abbiamo chiuso bene gli spazi. La strada è questa, dobbiamo pensare una gara alla volta, dobbiamo ancora recuperare qualche ragazzo, abbiamo ancora margini di crescita. L’importante è preparare ogni gara come una finale”.

Questa è la rotta, nove partite da disputare come finali. Certo la Sampdoria ormai ha la miglior difesa della serie B, in casa non prende gol da più di 400 minuti, fuori le ha segnato solo il Cittadella su rigore. Nella classifica delle partite di marzo sarebbe prima, con 11 punti (e forse pensando a quei falli da rigore contro Sassuolo e Ascoli avrebbe potuto raccogliere di più).

“Dobbiamo essere più concreti e più tranquilli, qualcosa da migliorare c’è sempre. Ora deve crescere ancora di più la fame e la voglia, voglio gli occhi della tigre, per scalare posizioni. Guai ad accontentarsi”.

La Sampdoria e Iachini non si vogliono accontentare, ma forse visti i risultati di oggi, possono concedersi almeno una domenica tranquilla.