Quantcast
Cronaca

Tutor in sopraelevata dal 1 marzo, Musso: “Così le multe arriveranno dopo le elezioni”

Sopraelevata

Genova. “Il tutor sulla sopraelevata è finanziato dal 2007. Rinviato più volte, partirà il 1 marzo 2012. Così le multe arriveranno dopo le elezioni”. E’ l’affondo del candidato sindaco Enrico Musso lanciato oggi pomeriggio prima su Twitter e poi rimbalzato su Facebook. In attesa di sapere quali saranno i suoi rivali alle amministrative di maggio, il senatore liberale affila le armi e lancia il guanto di sfida su un tema, quello delle multe, molto caro ai genovesi.

Fin dalle origini, l’iter del tutor in sopraelevata, arteria fondamentale per la mobilità genovese, ha subito infatti diversi rinvii: il battesimo doveva arrivare a giugno 2011, poi fu spostato a ottobre per dare respiro al Salone Nautico e infine, data la catostrofe dell’alluvione, si è arrivati a nuovo anno inoltrato.

Ma le prime multe, al contrario della neve di questi ultimi giorni, non fioccheranno d’inverno. Arriveranno molto probabilmente a primavera, ammesso che “Celeritas”, l’innovativo sistema ideato dalla genovese Selex Elsag, posto a guardia della Aldo Moro su otto porte, entri davvero in vigore il primo marzo.

Da quel momento automobilisti e motociclisti genovesi dovranno prestare molta attenzione: vigerà l’obbligo di non superare la velocità massima di 60 chilometri orari (anche se la contravvenzione dovrebbe scattare superati i 65, con margine di tolleranza a discrezione degli addetti) pena il recapito nella cassetta della posta dell’odiato balzello.

“Il senatore Musso dovrebbe sapere che certi appalti si affidano tramite gara – ha risposto l’assessore al Traffico Simone Farello – e che i sistemi innovativi tecnologici come Celeritas devono passare tutti i collaudi del caso. Senza tener conto del fatto che iniziando dal primo marzo le multe faranno in tempo ad arrivare, la cosa più onesta per i genovesi è che comunqu il sistema funzioni correttamente”.