Quantcast
Cronaca

Ondata di freddo in Liguria, Confagricoltura: “Costi alle stelle per le aziende”

orto

Liguria. Il grande freddo di questi giorni sta provocando problemi alle aziende agricole ligure. “Costi per il riscaldamento schizzati alle stelle per gli agricoltori. Si deve ricorrere massicciamente al riscaldamento delle serre, con gli impianti al massimo e costantemente accesi per evitare che gelino le tubature. Con il gasolio a costi record è un ulteriore salasso per le imprese agricole. Ed ora i conti in rosso rischiano di aggravarsi ulteriormente”.

E’ quanto sottolinea, in una nota, Confagricoltura Liguria in riferimento alla situazione maltempo. “Purtroppo – continua la nota – è previsto un ulteriore peggioramento meteo climatico nel prossimo weekend. Le temperature, già ovunque ben al di sotto degli zero gradi, con picchi nell’entroterra di -14, rischiano di compromettere irrimediabilmente non solo le colture in pien’aria, ma anche gli oliveti e l’intero patrimonio boschivo ligure”.

“L’agricoltura – prosegue – è nella morsa del gelo con le attività in pieno campo bloccate per le produzioni orticole e floricole ed i raccolti persi. Se le temperature dovessero scendere a livello polare per più giorni, sotto i -15 gradi, potrebbero esserci danni permanenti anche per le piante d’ulivo e per i vivai”. “Non è la neve in sé a preoccupare – conclude Confagricoltura – anzi, da un certo punto di vista, è positiva perché le medie stagionali stavano ingannando le piante, che ‘sentivano’ già l’arrivo della primavera. Creano problemi le irregolarità dell’andamento climatico, quali le gelate improvvise. E, soprattutto, aumentando a dismisura i costi del riscaldamento delle serre, si aggravano i costi produttivi”.