Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il 2012 proietta Genova nella scena dei grandi concerti

Più informazioni su

Genova. Torna la programmazione di eventi musicali, con i big dello spettacolo, allestita da Duemilagrandieventi. “Siamo riusciti a infittire il calendario portando a Genova grandi artisti come Roger Daltrey (voce degli Who), James Taylor e Steve Hackett (ex membri dei Genesis al pari di star come Phil Collins e Peter Gabriel) e speriamo che il pubblico genovese ricambi i nostri sforzi con la consueta presenza, calore e affezione” ha sottolineato Vincenzo Spera.

Ventuno gli spettacoli per il 2012, tra i palcoscenici del 105 Stadium, del Carlo Felice e del Politeama Genovese, con nomi di primo piano della scena italiana e internazionale.

Si parte con Giorgia che, l’11 marzo al palazzetto della Fiumara, insieme con Roger Daltrey, di scena invece al Carlo Felice. Sempre a marzo ci saranno Elio e le Storie Tese, Mario Biondi, Laura Pausini e l’atteso James Taylor con la sua band. Sette i concerti a aprile, tra cui spiccano l’ultimo vincitore del Festival di Sanremo, Roberto Vecchioni, e, dopo la recente reunion di Pelù e Renzulli, i sempre amati Litfiba. Con loro ci saranno Venditti, Fiorella Mannoia, Marco Mengoni (dopo il rinvio per l’alluvione), Steve Hackett, Caparezza e il rock salentino dei Negramaro.

Maggio vede l’arrivo di Marco Masini, Tiziano Ferro, Biagio Antonacci e Pino Daniele. Poi J-Ax il 13 luglio e, dulcis in fundo, Paolo Conte, che il 3 dicembre si esibirà, salvo imprevisti, al Teatro Carlo Felice per chiudere la stagione di evergreen.

Duemilagrandieventi lancia per la nuova stagione anche la campagna benefica “No more free tickets”. Spiega Spera: “L’idea nasce dalla volontà di legare la nostra attività di organizzazione di eventi a delle iniziative solidali. Da tempo volevamo trovare il modo per destinare a un progetto specifico e concreto una parte dei fondi ricavati dai concerti. Abbiamo pensato ai circa 5000 biglietti che ogni anno vengono distribuiti per scopi promozionali: ferma la volontà di omaggiare alcuni soggetti, da quest’anno li faremo pagare la cifra simbolica di 10 euro. Detratte le percentuali Siae e Iva, i restanti otto euro per biglietto andranno a finanziare un progetto ancora da individuare”. Ulteriori informazioni su: www.grandieventi.it.