Quantcast

Genoa-Lazio, Veloso e Rossi ancora ai box e Marino è cauto: “Ci vuole ancora tanto lavoro”

Pasquale Marino

Genova. Parola d’ordine ripetersi, O meglio riproporre e allungare quei 70 minuti giocati contro il Napoli. Mettere da parte le polemiche sul pasticcio di Bergamo e ricominciare da Marassi contro un avversario temibile e in forma come la Lazio. Pasquale Marino liquida l’affare Atalanta con un battuta: “Almeno sono tornato da una trasferta senza perdere”.

Pasquale Marino appare sempre più a suo agio, nonostante il freddo abbia circondato anche la Lazio. Un battuta, ovvia, la dedica ai nuovi arrivati presentati ieri, cioè Carvalho e Belluschi: “Sono entrambi a disposizione. Belluschi è un po’ più avanti perché ha giocato fino alla settimana scorsa, mentre Carvalho l’ultima partita l’ha fatta a dicembre. Fino a oggi si è allenato per conto suo, quindi è un po’ più indietro con la preparazione. Belluschi può ricoprire tanti ruoli, anche da esterno come ha sostenuto lui, anche se da quel che ho visto ha sempre giocato mezzala o trequartista. Si tratta di un giocatore duttile e ha le caratteristiche tipiche di un giocatore brevilineo che si può adattare”.

Saranno fermi Veloso e Rossi che non si sono ancora ripresi dai rispettivi acciacchi. Mentre Constant sarà con la squadra e molto probabilmente troverà posto tra i titolari.

Si sofferma anche sugli avversari “La Lazio è una squadra fortissima, ha vinto tantissimo e, dopo il successo con il Milan, il loro morale sarà più alto chiaramente. Siamo consapevoli che sarà una partita molto difficile, contro una delle squadre più forti del campionato. La mentalità, soprattutto in casa, l’abbiamo dimostrata e dobbiamo continuare con questo andazzo. Non c’è motivo per fare passi indietro, anzi. I risultati che abbiamo ottenuto in casa devono darci ancora più forza, sappiamo però che andiamo ad affrontare un avversario difficile che fuori casa ha vinto molto. Per far bene contro squadre così bisogna curare tutto, dimostrare attenzione dal 1° al 90°, perché sappiamo bene cosa possa accadere distraendoci un attimo. L’attenzione deve essere sempre massimale”.

“Abbiamo ancora tanto lavoro da fare – continua Marino – dobbiamo recuperare gli infortunati e inserire i nuovi. Solo così si può incominciare a dare un’idea di continuità, anche se a me piace quando in organico ho giocatori di una certa duttilità, che mi possano consentire di mettere in campo una squadra congeniale alle caratteristiche che servano per battere l’avversario. Il tutto si ottiene con lavoro duro, ci vorrà ancora del tempo. Gli innesti di Sculli, Gilardino e Biondini prima, e dei nuovi arrivati poi, ci possono consentire di avere più soluzioni e di fare aumentare una sana competizione all’interno del gruppo. Adesso c’è molto equilibrio”.

Considerate le condizioni meteo a Genova, è scongiurato il rinvio del match che si disputerà regolarmente. La sfida all’ora è servita: attenzione agli aquilotti e a quel Klose che sembra aver recuperato da suo infortunio e al netto dei rigori sarebbe il capocannoniere.

Più informazioni