Quantcast
Politica

Elezioni Rapallo, Chiesa: “Liste civiche unite potrebbero governare la città”

Sono otto – fino a questo momento – i candidati alla poltrona di sindaco di Rapallo. La new entry di una paio di giorni fa è Antonella Cerchi, ex segretario locale del Pd, che va ad aggiungersi alle candidature di Mauro Barra (Progetto Rapallo-Barra sindaco), Pier Giorgio Brigati (Un’Altra Rapallo), Andrea Carannante (Partito comunista dei lavoratori), l’attuale sindaco Mentore Campodonico (Pdl, Lega Nord), Giorgio Costa (Circolo della Libertà 61), Andrea Pescino (Unione democratica per i consumatori e per i pensionati). E la lista di pretendenti potrebbe non essere ancora chiusa.

“Più candidati dimostrano che i grandi partiti non sono più in grado di aggregare consensi come una volta”. Così Ezio Chiesa, consigliere regionale del Gruppo Misto sulle prossime elezioni comunali nel Tigullio. Sulla diffidenza degli elettori rispetto alla politica secondo Chiesa, che lo scorso hanno ha fondato la lista civica Liguria Viva “pesa anche l’azione del governo che porta a distaccare la gente dai partiti tradizionali”.

Per Chiesa il proliferare delle liste civiche è tutt’altro che un elemento negativo: “Soprattutto a Rapallo – dice l’ex assessore del Pd – se queste liste civiche riuscissero a mettersi insieme potrebbero conseguire il risultato di governare la città”.