Quantcast
Sport

Calcio femminile, A2: la Sestrese Athletic si aggiudica il derby di ritorno

Arenzano. Il derby di ritorno va alla Sestrese Athletic, vittoriosa per 2 a 1 sul Molassana Boero. Le verdi hanno interpretato nella migliore maniera possibile l´incontro, con pressing asfissiante in tutte le parti del campo e con lunghi lanci a scavalcare i reparti, cosa intelligente da fare, visto il fastidioso vento presente ad Arenzano. Troppo molle l’approccio alla gara delle rossoazzurre, risultate sempre titubanti e poco reattive, perennemente in ritardo nei contrasti e sulle seconde palle.

Si comincia con il toccante tributo reso al papà di Alessandra Paggini: tutte le ventidue giocatrici scese sul terreno di gioco indossavano infatti sopra la maglia del proprio team, una maglietta a ricordo del padre della centrocampista della Sestrese. Applausi sinceri e sentiti da parte di tutto il pubblico presente.

Da registrare l’esordio in panca per Ronza Peluttiero, al primo cimento agonistico dopo il lieto evento che tanto l’ha tenuta lontana dal calcio che conta. Via alla cronaca: nel primo quarto d’ora il Molassana prova a fare la partita e tutto sommato le cose non sembrano mettersi al peggio per le ospiti: il pallino del gioco è quasi sempre in mano alle rossoazzurre, mentre la Sestrese attende, pronta a ribaltare il fronte.

Al 16° il Molassana confeziona un’occasione importante: Baldisserri cambia il fronte con un sapiente esteno destro volante, la sfera viene arpionata dalla parte opposta da Debora Basso, la punta penetra in area e supera con un pallonetto Paola Rogina in uscita, miracoloso salvataggio sulla linea di un difensore in scivolata, la porta è sguarnita, si avventa Cella che conclude, ma un’altra avversaria ci mette la gamba e salva la sua porta. Al 18° Galliano approfitta di un errato rinvio di Belloni, scappa veloce ma conclude troppo frettolosamente dal limite dell’area, palla a lato.

La Sestrese passa improvvisamente in vantaggio al 20°: traversone dalla destra di Cagnoni, Galliano anticipa i difensori e al volo devia verso la porta, Morin ribatte in tuffo, ma proprio sui piedi di Galliano che insacca con facilità. Il goal subito sconvolge il team ospite che, se possibile, fa ancora più fatica a ritrovarsi. Accade così che Palombini si liberi bene e dai sedici metri la talentuosa trequartista confezioni un fendente diretto sotto il montante, Mara Morin vola a deviare in bello stile scongiurando la minaccia.

Anche Cagnoni ha una buona opportunità al 30°, ma anticipa troppo la conclusione e Morin para con facilità. Nel mezzo, un intervento di Paola Rogina in uscita su Coppolino aveva fatto gridare al rigore i sostenitori del Molassana, ma l´arbitro decideva di sorvolare. Al 44° Belloni lancia lungo, Baldisserri supera capitan Rogina, fallo di mano in area e conseguente penalty: Serena Coppolino realizza con sicurezza.

La ripresa si apre con una altro sussulto: Galliano vola via in contropiede, la difesa rivale è ben piazzata, ma Galliano riesce ad infilarsi in uno spazio improbabile, arrivando a tu per tu con Morin che ribatte di piede con un’uscita temeraria. Librandi urla troppo e viene espulso. Minoliti richiama Cadeddu ed inserisce De Blasio, poi Debora Basso fa posto a Malatesta. Il derby sembra congelato, nessuna delle due squadre produce seri pericoli; il Molassana pare ora più tonico: niente di trascendentale, però gli equilibri sembrano migliori e la palla gira in maniera certamente più proficua.

Il pari sembra ormai scritto, quando su un lancio lungo della Sestrese la retroguardia del Molassana è perfettamente allineata e coperta, ma Belloni e Librandi non arretrano preventivamente sul rinvio, anzi si bloccano a guardare la sfera che le supera, mentre Tortarolo ingrana la quarta. I difensori arrancano ed arrivano a recuperare la punta locale, però l’attaccante verde riesce ad inventare un diagonale chirurgico, non troppo forte, ma assolutamente preciso, che non lascia scampo a Morin.

Le rossoazzurre si ributtano in avanti, ma restano anche in dieci per l’espulsione di Baldisserri, che battibecca con l’arbitro. Spazio allora ai centimetri di Beltrandi, che entra al posto di Sartelli, per il tentativo di arrembaggio finale, con Carola Librandi spostata in attacco. Nei minuti di recupero il Molassana ha due occasioni clamorose per impattare. Prima proprio con Beltrandi, che di testa indirizza la sfera nell’angolino di destra, il portiere è battuto, ma Chiara Merler salva sulla linea. Poi ancora Maria Laura Beltrandi protagonista, va in cielo ad effettuare la torre per Coppolino, appostata a centro area, il bomber controlla, si coordina, ma strozza incredibilmente il tiro, con il pallone che finisce la sua corsa vicino al palo.

Nel 14° turno sono state giocate solamente due partite:
Imolese – Foligno (rinviata)
Sestrese Athletic – Molassana Boero 2 – 1
Anspi Marsciano – Olimpia Forlì (rinviata)
Grifo Perugia – Olimpia Vignola (rinviata)
Villacidro Villgomme – Packcenter Imola (rinviata)
Cagliari – Scalese 0 – 5
Siena – Spezia (rinviata)

La classifica del girone C:
1° Grifo Perugia 37
2° Siena 33
3° Molassana Boero 29
4° Sestrese Athletic 28
5° Imolese 27
6° Foligno 25
7° Scalese 22
8° Packcenter Imola 16
9° Villacidro Villgomme 15
10° Spezia 10
11° Olimpia Forlì 9
12° Olimpia Vignola 7
13° Cagliari 7
14° Anspi Marsciano 6
Molassana Boero, Sestrese Athletic, Scalese e Cagliari hanno giocato una partita in più.

Gli incontri della 15° giornata, in programma domenica 19 febbraio alle ore 14,30:
Packcenter Imola – Anspi Marsciano
Olimpia Forlì – Cagliari
Molassana Boero – Grifo Perugia
Spezia – Imolese
Scalese – Sestrese Athletic
Olimpia Vignola – Siena
Foligno – Villacidro Villgomme