Busalla, Idv sull'Ospedale Frugone: "Attivarsi per il servizio di radiologia ed ecografia" - Genova 24

Busalla, Idv sull’Ospedale Frugone: “Attivarsi per il servizio di radiologia ed ecografia”

Stefano Quaini

Busalla. Oggi verrà presentato in Aula, un ordine del giorno di Italia dei Valori inerente la situazione organizzativa dell’ospedale Luigi Frugone di Busalla.

“A seguito della chiusura dell’Ospedale di Busalla – spiegano il presidente commissione Sanità Stefano Quaini e il responsabile territoriale IdV per la Valle Scrivia Antonello Barbieri – l’intera vallata ha dovuto rinunciare alle prestazioni per acuti ed i servizi territoriali risultano poco compensati dopo la chiusura del Frugone. Stiamo parlando di un ospedale che rappresentava, anche per la sua collocazione geografica, un valido tampone per contrastare il fenomeno delle fughe in Regione Piemonte”.

Quaini e Barbieri aggiungono: “In questa struttura ha sempre funzionato un servizio di diagnostica radiologica ed ecografica che consentiva di dare risposte al bacino genovese, aiutando a ridurre sensibilmente le liste d’attesa. A seguito della ristrutturazione della rete ospedaliera provinciale si è creato un vulnus nell’offerta, il nostro intento, pertanto, è attivarsi concretamente affinché quantomeno il servizio di radiologia ed ecografia torni ad essere un punto di riferimento per la Valle Scrivia e tutto il bacino del ponente ligure, estendendo operativamente il servizio di radiologia per cinque giorni a settimana, in modo da contrastare le notevoli spese che la Liguria paga annualmente per le fughe in altre regioni”.

In conclusione, affermano: “Questo per un fatto assolutamente semplice: non sempre tagli e limitazioni portano l’ente a risparmiare, è opportuna una razionalizzazione precisa e puntuale affinché non vengano aprioristicamente limitate strutture strategicamente importanti per il funzionamento del sistema sanitario regionale.”

Più informazioni