Quantcast
Sport

Vela, per il sessantesimo del Circolo Nautico Rapallo, al via una ricca stagione invernale di corsi e regate

vela

Rapallo. Dopo il grande successo dei corsi estivi, un nuovo corso dedicato all’approfondimento della vela per i giovani. Il Circolo Nautico Rapallo, nell’ambito dei festeggiamenti per i 60 anni, dedica un impegno particolare alla promozione dello sport della vela presso i giovani.
Per i prossimi mesi organizza un corso di vela articolato nei mesi di gennaio, febbraio, marzo ed aprile. Si tratta di allenamenti per continuare a navigare. Tutte le domeniche, uscite in mare alternate a spiegazioni teoriche permetteranno ai ragazzi di dare una continuità ai corsi di vela estiva.

“La scuola vela estiva è da sempre una realtà del nostro Circolo – spiega Maurizio Manzoli, responsabile della scuola vela e istruttore Fiv -. Quest’anno il Circolo propone una continuità al percorso di crescita dei giovani allievi iniziato con i corsi estivi. La formazione di un gruppo di ragazzi che si appassionino al nostro sport sarebbe il più bel regalo per il sessantesimo del nostro Sodalizio. Lo sport della vela aiuta la socializzazione, il rispetto e la stima verso i compagni di equipaggio e facilita la comunicazione. La coordinazione e la divisione dei ruoli a bordo sono tutti elementi indispensabili per la crescita della propria personalità. Il freddo e qualche spruzzo non fermeranno i futuri regatanti, anzi serviranno da stimolo per superare piccole paure e aumentare la propria stima e sicurezza”.

La diffusione della cultura velica è stato lo scopo principale del Circolo sin dalla sua fondazione, avvenuta nel 1951 da parte del Conte Carlo Ponzani insieme ad un gruppo di amici appassionati di barche e di mare. Le finalità del sodalizio si indirizzarono, allora, soprattutto alla diffusione di attività connesse alla vela ed alla motonautica. Le limitatezze del porticciolo Langano dell’epoca non consentivano che un numero limitato di ormeggi al gavitello per le imbarcazioni di una parte dei soci. Il Consiglio Direttivo del Circolo NauticoRapallo attraverso i suoi diversi presidenti (Ponzani, Pauly, Arrigoni, Gioacchini) esercitò sempre una costruttiva azione di stimolazione a livello locale e nazionale per ampliare le capacità ricettive a mare.

Essenziale e fondamentale fu l’iniziativa del presidente Nino Arrigoni per la realizzazione dell’attuale Porto Carlo Riva. Oltre ad attività ricreative e sociali il Circolo stimolò corsi di scuola di vela per allievi e sponsorizzò regate per diverse classi di imbarcazioni, ospitando e favorendo le visite, le frequentazioni e gli interscambi con associazioni nautiche nazionali. Famosa negli anni 60 fu la Regata della classe Snipe valida per l’assegnazione del Trofeo “Coppa d’oro Scognamiglio” cui parteciparono per molti anni i migliori equipaggi della Classe. Negli anni 70, la costruzione del Porto Carlo Riva di Rapallo rallentò molto l’attività del Circolo. Nel 1976 la risistemazione del Porto Langano consentì l’espansione del numero degli ormeggi in concessione attraverso la messa in opera di un pontile galleggiante e la ripresa dell’attività sportiva. Attività che ebbe notevole sviluppo nel settore giovanile con le Classi Laser, Dinghy 12p., 470, 420, Europa. E che ancora oggi, è fiorente ed attiva in più classi.