Turismo, classifica “Tripadvisor traverlers’ choice 2012″: si salvano solo le Cinque Terre

Liguria. L’incubo, ma anche il sogno degli albergatori? E’ Tripadvisor, il sito di recensioni di viaggio più grande del mondo, croce e delizia di chi ospita i turisti per mestiere.

Essere ai primi posti della classifica vale una “costosissima” campagna pubblicitaria visto che ogni giorno milioni di viaggiatori in tutto il mondo controllano quello che gli altri utenti hanno detto di una struttura prima di prenotare il loro soggiorno.

Occupare la parte alta della lista degli hotel dà la garanzia di ricevere un numero più alto di prenotazioni se paragonati a strutture che invece hanno recensioni non positive o addirittura non sono presenti sul sito americano. Al contrario le recensioni negative fanno letteralmente scappare i potenziali clienti verso altre strutture.

In questi giorni Tripadvisor ha pubblicato la lista dei vincitori dei “traverlers’ choice” ovvero i riconoscimenti per le migliori strutture del mondo, secondo le recensioni lasciate dagli utenti. La classifica non decreta solo la lista dei migliori 25 hotel del mondo, nel quale sono presenti ben due strutture italiane (il Wellness Hotel Casa Barca di Malcesine e l’Hotel Villa Ducale a Taormina), ma anche le classifiche per nazione delle principali categorie di strutture ricettive: oltre al classico hotel, agli aberghi di lusso, le SPA, i B&B, fino ad arrivare a quelli più trendy o a quelli che offrono il “Best Service” ovvero il miglior servizio.

Da queste classifiche emerge che la Liguria è praticamente inesistente nella quasi totalità delle liste. Sono solo due infatti le strutture liguri che si potranno fregiare del “traverlers’ choice 2012″ ovvero l’hotel Villa Steno (Monterosso al Mare) che nella classifica dei “Best Service” italiani si piazza al quarto posto. Mentre nella classifica dei migliori “Bargain” italiani la dodicesima posizione è occupata da La Scogliera (Rio Maggiore).

Entrambe le strutture si trovano nelle Cinque Terre, località tra le più conosciute al mondo. Ed è questa forse l’unica consolazione. Perchè quei luoghi, martoriati dalle alluvioni dei mesi scorsi, stanno cercando faticosamente di rinascere. Certo queste classifiche potranno dare una mano.