Quantcast

Treni, Vesco ai pendolari: “Critiche sterili, si giudica senza pensare alle nostre difficoltà”

vesco

Regione. “Non voglio scendere in polemica, ma giudicare la qualità del servizio senza tener conto delle nostre difficoltà infrastrutturali, lo trovo un esercizio piuttosto sterile”. Così l’assessore regionale ai trasporti Enrico Vesco risponde alle critiche dei pendolari Genova-Milano e aggiunge: “Non è vero che in Liguria la qualità dei nostri servizi ferroviari sia inferiore a quella erogata altrove, chi viaggia in treno anche fuori dal nostro territorio non può che confermarlo. Basta chiederlo, ai pendolari delle altre regioni”.

Per quanto riguarda i prezzi l’assessore aggiunge: “Dopo i tagli al trasporto pubblico locale da parte del governo precedente, e prima del decreto Monti, siamo stati costretti a varare gli aumenti. Abbiamo deciso di incidere maggiormente sul costo dei biglietti per non gravare troppo sugli abbonamenti mensili che, pur aumentati, rimangono più bassi di quelli di altre regioni, comprese Lombardia e Piemonte. Abbiamo scelto di venire incontro a chi usa spesso il treno a danno, purtroppo, dei passeggeri occasionali”.

Vesco sottolinea poi come a Genova, per esempio, si sia mantenuta il biglietto integrato treno- bus che con 1 euro e 50 centesimi consente di viaggiare per cento minuti anche su metropolitana, nave-bus, funicolari. “Credo che le critiche siano assolutamente inutili quando non tengono conto della situazione oggettiva e non sono quindi accompagnate da proposte serie” conclude l’assessore.