Quantcast
Economia

Trasporto locale: il governo spinge sull’efficienza, da Comuni appello a non tagliare i fondi

autobus amt

Genova. Un tavolo tecnico per stabilire, entro febbraio, un sistema di efficientamento dei costi del trasporto pubblico locale, mantenendo il livello di servizi da garantire ai cittadini. E’ quanto emerso dalla Conferenza Stato Regioni sul Tpl che si è tenuta oggi al ministero di via della Stamperia e a cui ha partecipato il governatore Claudio Burlando.

Un incontro definito “interlocutorio” dal presidente dell’Anci, Graziano Delrio rappresentante dei Comuni “per mettere a punto costi standard e migliorare l’efficienza nell’ambito del trasporto pubblico locale”. Secondo quanto riportato dal sindaco di Reggio Emilia il ministro per gli Affari regionali Piero Gnudi, avrebbe confermato “che il governo rispetterà tutti gli impegni assunti in precedenza”.

Sul trasporto pubblico locale, sia esso su gomma o ferro, “i problemi non sono più di risorse ma bensì di efficienza, nel senso che bisogna fare risparmi perché i soldi che il governo può dare a questo settore si sono ridotti” ha riferito il ministro Gnudi al termine della Conferenza. Nella riunione di oggi, ha spiegato Gnudi, “abbiamo messo a punto un’intesa per avviare un tavolo tecnico sul trasporto pubblico locale entro una settimana, la cui attività dovrà terminare entro febbraio”.

Delrio ha posto l’accento sulla necessità per i trasporti pubblici regionali e cittadini di finanziamenti pubblici, “ragionamento su cui – ha esortato – il governo deve prendere coscienza, cercando di mantenere il tpl a livelli europei”. Attualmente, ha ribadito, “la copertura del mercato é in grado di garantire soltanto il 30% dei servizi: su questo bisogna riflettere, perché tagliare – ha concluso – non significa altro che chiudere”.

“Sono d’accordo a puntare a migliorare il grado di efficienza nel trasporto pubblico locale, sia su gomma che su ferro – ha concluso Delrio – ma le risorse statali servono; le liberalizzazioni sono apprezzabili ma non rappresentano la panacea”.