Quantcast
Cronaca

Tir, fine del blocco anche a Genova, ma pronte nuove iniziative: “Al fermo non esistono alternative, il governo intervenga”

tir

Genova. Finalmente si riparte: i tir hanno già iniziato la smobilitazione e riprenderanno il lavoro. E’ stata infatti anticipata di alcune ore la fine dello sciopero che da ormai 5 giorni aveva bloccato la mobilità ed interi settori economici. Ma, assicurano gli autotrasportatori, è soltanto una tregua: nuove proteste sono attese il 6 febbraio prossimo.

Lo ha comunicato oggi Trasportounito Fiap, sigla sindacale che raccoglie le adesioni di numerosi conducenti di tir. “Di fronte all’atteggiamento del Governo – scrive il sindacato- che non ha aperto alcun dialogo serio con la categoria e che ha spacciato per decisive misure che non risolvono nessuno dei gravissimi problemi di sopravvivenza del settore, Trasportounito ha confermato che a partire da lunedì 6 febbraio verrà attuato il fermo delle imprese di autotrasporto a mezzo bisarche, ovvero degli autotrasportatori impegnati nel trasporto di autovetture”.

“Stiamo pensando ad una nuova settimana di protesta a livello nazionale. Abbiamo una forte richiesta da parte degli autotrasportatori – ha detto Paolo Dima, vicecoordinatore genovese di Trasportounito”.

“Il totale scollamento dalla realtà – attacca Trasportounito- una volta di piú evidenziato dal comportamento delle istituzioni, ci costringerà nuovamente a scendere in strada: al fermo non esistono alternative se non quella di un intervento reale. Vogliamo sicurezza, ma soprattutto poter lavorare dignitosamente”.