Quantcast
Cronaca

Sovraffollamento carceri, Siulp boccia il decreto del governo: “Aggraverà il problema”

cella carcere

Genova. Una bocciatura su tutta da parte del sindacato di polizia Siulp Ligure. La incassa il decreto “svuota carceri” elaborato dal governo Monti per rimediare al sovraffollamento negli istituti di pena.

“L’attuale Governo- spiega il sindacato delle forze dell’ordine- ha prodotto questo decreto emergenziale che non aiuta a risolvere il problema, ma lo sposta ed aggrava”.

Il provvedimento stabilisce che gli arrestati dovrebbero essere trattenuti nelle camere di sicurezza della Questura. Il Siulp fa però notare che “gli uffici non sono dotati nella totalità dei casi di camere di sicurezza agibili e quelle poche disponibili non sono attrezzate per una permanenza di arrestati oltre poche ore”.

Senza contare, poi, che dovrebbe essere rafforzata la vigilanza “a discapito del controllo del territorio, già oggi carente”.

“Non possiamo -conclude il sindacato- lasciare gli arrestati alle condizioni incivili alle quali saranno costretti, poiché le camere di sicurezza, progettate appunto per una brevissima permanenza in attesa del trasferimento presso più carceri attrezzate, si troveranno a stare in condizioni di estremo disagio, senza possibilità di lavarsi, di mangiare un pasto caldo, di cambiarsi, di avere coperte e lenzuola, senza riscaldamento”.