Quantcast
Cronaca

Sciopero Amt, nuova tegola sui lavoratori: avviata inchiesta dell’Authority comunale

sciopero amt

Genova. Le polemiche sullo sciopero Amt non sono destinate a finire con la stipula dell’accordo arrivata a cavallo tra ieri e oggi, a fronte di un duro scontro tra sindacati e isitituzioni prima e tra rappresentanti e gli stessi lavoratori dopo.

Oggi, in concomitanza con la firma in Regione, si è riunito il coordinamento dei consiglieri comunali dell’authority sui servizi pubblici. Il consigliere Pdl, Cecconi, ha richiesto all’organo competente se la protesta di ieri sia da considerarsi regolare, dal momento che il prolungamento dell’orario di sciopero ha causato un disservizio non previsto per la cittadinanza. Da qui l’apertura di un’inchiesta.

“Nessun intento persecutorio o di indagine ispettiva – precisa Lorenzo Cuocolo membro dell’authority comunale – ma è importante garantire servizi essenziali stabiliti per legge. E’ diritto dei cittadini usare autobus, con serenità ed obiettività approfondiremo la vicenda”.

Tutto ciò in contrapposizione con l’ultimo punto dell’accordo siglato proprio questa mattina. In esso, infatti, si prevede un “salvacondotto” per i fatti accaduti ieri. “L’Amt -recita il documento- tenuto conto dello stato di forte tensione a cuasa delle notizie relative ad un possibile fallimento dell’azienda, si impegna a non adottare alcun provvedimento nei confronti dei lavoratori coinvolti nelle azioni sindacali odierne”.

Più informazioni