Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sciopero Amt e protesta taxi: i genovesi si affidano al Car Sharing

Genova. Tra sciopero dei taxi e agitazione dei lavoratori Amt, da martedì pomeriggio i genovesi hanno dovuto affrontare il problema mobilità ricorrendo a tutte le soluzioni possibili, affidandosi in maniera più consistente oltre che al proprio mezzo privato, anche al car sharing, il servizio di auto in “affitto” che permette di muoversi in macchina con un occhio di riguardo in più per l’ambiente.

La giornata di ieri, secondo quanto riportato dagli uffici di piazza Dante, ha segnato un’impennata: i genovesi, bruciati dal pomeriggio infernale di martedì in cui erano scioperavano ad oltranza sia lavoratori Amt, sia tassisti, hanno scelto di utilizzare maggiormente rispetto al solito l’offerta Car Sharing, prendendo l’auto per il tempo necessario, in una giornata altamente difficile quanto a circolazione e parcheggi.

Il capoluogo ligure, del resto, tra car sharing e bike sharing, negli ultimi anni sta aumentando la sua “ecomobilità”, approffitando di un altro fattore: quanto a rapporto auto privata/abitanti, Genova è ai primi posti nella classifica delle città virtuose.

Discorso a parte per le due ruote a motore, dove la Superba si contende il tasso di motorizzazione più elevato con Livorno (25 contro ild ato genovese di 21,3 ogni 100 abitanti).

Infine, secondo l’ultimo rapporto di dicembre “Euromobility”, elaborato con il contributo di Assogasliquidi, Consorzio Ecogas e Bicincittà e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Genova entra nella top ten della eco mobilità 2011, tornando a investire nel settore, e aumentando ad esempio l’offerta Car Sharing con 5 auto in più disponibili.