Quantcast

Sanità, Montaldo: “Alle Asl risorse in base al raggiungimento di obiettivi prefissati”

claudio montaldo

Regione. “Le risorse del sistema sanitario saranno assegnate alle Asl in base al raggiungimento di obiettivi prefissati”. Lo ha detto l’assessore regionale alla salute, Claudio Montaldo oggi pomeriggio nel corso di una tavola rotonda sulla non autosufficienza a cui hanno preso parte, tra gli altri, il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, Il ministro per la salute Renato Balduzzi, gli assessori regionali e comunali alle politiche sociali, Lorena Rambaudi e Roberta Papi e il direttore per l’agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, Fulvio Moirano.

“La Liguria – ha detto Montaldo – deve restare nel gruppo delle regioni più virtuose, perché dall’altra parte c’è il disastro. E’ una sfida che abbiamo davanti per mettere in sicurezza il sistema sanitario nazionale, altrimenti la strada è quella del Lazio o della Campania”.

L’assessore alla salute ha ricordato che “le direttive alle aziende per il 2012 sono quelle di ridurre del 5% la spesa del socio-sanitario. E di questo ne discuteremo nelle prossime settimane, ma è un punto su cui non si può derogare”.

“Come Liguria – ha aggiunto Montaldo – abbiamo fatto molto perché quest’anno la spesa sanitaria è scesa di 20 milioni rispetto all’anno scorso, grazie alla vendita del patrimonio, alla riduzione dei posti letto per acuti che oggi si attestano a 3,7 per 1000 abitanti, alla riduzione dei day hospital, alla trasformazione di sei ospedali e alla chiusura di tre aziende ospedaliere. Oltre all’abolizione di 110 primariati e alla diminuzione per 50 milioni della spesa farmaceutica”. “La Regione – ha concluso Montaldo – deve continuare a governare il sistema insieme anche ai Comuni con le loro risorse, a soggetti imprenditoriali e al volontariato per evitare l’autoreferenzialità dei singoli soggetti”.