Quantcast

Sampdoria-Varese: le nostre pagelle

Padalino

Romero 7 – rimane imbattuto fino al 91’, primo tempo di sofferenza e nel secondo costretto a uscire spesso fuori dall’area per evitare di trovarsi a tu per tu con gli avversari. Crolla su un rigore in movimento. Solido.

Costa 5 – a una manciata di minuti all’inizio del secondo tempo sbaglia la diagonale ed è costretto ad atterrare Neto Pereira ma evitando peggiori conseguenze. L’arbitro gli evita l’espulsione. Graziato.

Rossini 6,5 – comincia male con una brutta palla persa su Martinetti, poi regge abbastanza bene e sempra quello più in palla sia nella difesa a tre sia in quella a quattro. Puntellatore.

Volta 5 – le leve lunghe lo aiutano a metterci qualche toppa, ma quando viene puntato lo saltano sempre. Birillo.

Padalino 6 – mette in campo la cattiveria che gli si chiede come minimo sforzo, non è esattamente accompagnato da una classe sublime, però questa volta non gli si può dire nulla. Avrebbe dovuto capire un po’ prima che l’arbitro non era in vena di fischiare troppo. Volenteroso. Dal 84’ Koman – entra e si fa espellere. Frustratissimo.

Rispoli 6 – dopo un primo tempo sornione, Iachini lo sposta come laterale basso e offre una prestazione migliore, ma dovrebbe imparare che sono pochi i giocatori a essere capaci a crossare dalla trequarti. Velleitario.

Palombo 6 – qualche sventagliata, qualche giocata buona un uscita, male nei calci piazzati. Discreto (nel senso che gioca con discrezione).

Bentivoglio 5 – tra i misteri che nella vita una ha l’esigenza di veder risolti non c’è sicuramente Bentivoglio, ma è chiaro che questo fantasma che si trascina stanco per il campo nonostante una tecnica e un’intelligenza calcistica superiore alla media è davvero qualcosa di inspiegabile. Enigma. Dal 63’ Krsticic 6,5 – più dinamico e cattivo del compagno, piedi che dovrebbero essere messi a disposizione di giocate più intelligenti. Vivo.

Juan Antonio 5,5 – Iachini lo butta sin da subito nella mischia, forse Bertani non è il suo compagno ideale, lui soffre da matti. Spaesato. Pozzi 6 – dà più sfogo al gioco involuto blucerchiato, però trova poco la porta. Spuntato.

Bertani 6,5 – di nuovo in campo quello spunto che sembrava essere smarrito, bene palla al piede. Sfiora il gol al 57′ con un puntuale colpo di testa dal calcio d’angolo. Brioso.

Iachini 4 – tempo scaduto?