Quantcast

Sampdoria, il prudente Iachini prima di Gubbio: ” Stiamo migliorando, ma il mercato ha stravolto tutto”

beppe iachini

Bogliasco. Sampdoria-Gubbio si chiuse con ben sei gol blucerchiati. Tre punti facili ed un successo che fece sperare in un campionato in testa dalla prima all’ultima giornata. Sembra passato un secolo, l’allenatore, Beppe Iachini, non era alla Samp ed ora la classifica non esalta di certo. Fra due giorni la squadra andrà, per il ritorno, a Gubbio: ad aspettarla una formazione agguerrita che vorra “vendicarsi”.

Nella consueta conferenza stampa pre-partita Iachini si è mostrato comunque sereno, pur mettendo “le mani avanti”: “Le partite sono tutte difficili. Si chiacchiera molto di mercato e questo non da il giusto profilo di serenità ad alcuni ragazzi. Qualsiasi avversario affronta la Samp, lo fa cercando la prestazione dell’anno. All’andata abbiamo vinto con 6 gol: nei nostri avversari c’è sicuramente la motivazione per “vendicare” la sconfitta. Ricordiamoci che su quel campo hanno perso Torino e Padova”.

“Noi, comunque -prosegue Iachini- metteremo la giusta applicazione e le motivazioni. Dobbiamo migliorare per essere una squadra vera”.

Intanto il mercato continua a muoversi: Maccarone è ormai un giocatore dell’Empoli ed anche in entrata sono attese sorprese dell’ultima ora. “Andando via Maccarone – continua Iachini- è arrivato Eder: ne avevamo bisogno. E’ un giocatore svelto, rapido, che può fare sia la prima che la seconda punta”.

Tanti arrivi, ma anche tante cessioni e, secondo l’allenatore, questo dato è da tenere in conto per quanto riguarda le prestazioni della squadra: “Il nostro non è stato un mercato normale, gli stravolgimenti sono stati molti. non abbiamo aggiunto uno o due pezzi, ma cinque o sei. Tenere un gruppo unito in questa situazione non è facile, ma ci riusciamo”.

Forse arriverà qualcuno a centrocampo, intanto Iachini tiene a smentire qualsiasi malumore interno allo spogliatoio: “Non esiste nessun caso Palombo: ieri ha avuto una infiammazione alla caviglia ed ha riposato. Oggi abbiamo un nuovo allenamento, valuteremo se potrà giocare o no. E’ vero, Foggia ha saltato qualche partita. Ultimamente aveva problemi fisici e poi c’è Juan Antonio, ma abbiamo bisogno di tutti e Foggia ci da l’opportunità per essere imprevedibili e variare il tema tattico”.