Quantcast

Sampdoria, il futuro di Palombo resta in bilico, Bentivoglio saluta

simone bentivoglio

Bogliasco. Gente che viene, gente che va. Partiamo dalla prima categoria. Da ieri è ufficiale, “L’U.C. Sampdoria S.p.a. comunica di aver acquisito a titolo temporaneo dall’A.C. Cesena i diritti sportivi del calciatore Eder Citadin Martins (nato a Lauro Müller, Brasile, il 19 novembre 1986)”. Poche righe (apparse sul sito blucerchiato) ma il succo e corposo, mister Iachini può finalmente contare sul calciatore già allenato a Brescia. Il brasiliano (a giungo il Doria dovrà versare circa 3 milioni di euro all’Empoli per impossessarsi del 50% del cartellino) ieri ha lavorato sul verde di Bogliasco con i nuovi compagni. Una doppia sessione utile per apprendere moduli e movimenti; meglio non perdere tempo, sabato (con Bertani influenzato) potrebbe già essere inserito nell’11 titolare che affronterà il Gubbio.

La sottocategoria vede “gente che potrebbe arrivare”. Tra questi c’è l’attaccante del Padova Cacia. Con Bentivoglio ormai a un passo dai veneti è lecito aspettarsi che il ds Sensibile faccia più di un tentativo per la punta tanto apprezzata da Iachini e da tutto il clan blucerchiato. Se ne saprà di più nelle prossime ore. In entrata le piste più battute restano poi quelle che portano a Munari (Fiorentina) e Kurtic (Varese).

A una settimana dalla chiusura del mercato di riparazione sono ancora diverse le operazioni da chiudere, in primis quelle in uscita. Accardi è vicinissimo al Brescia. A contendersi Maccarone l’Empoli e il Siena. Su Piovaccari c’è l’interesse di diversi club che però si tirano indietro una volta constatata la portata dell’ingaggio dell’attaccante.

Il fronte più caldo resta quello legato al futuro di Palombo. Il capitano, che in campo ha palesato evidenti miglioramenti al fianco del “regista” Obiang, è ancora nella lista dei cedibili. Il 17 blucerchiato ha ribadito più volte di non voler lasciare Genova e la Sampdoria. Ha detto di no alle offerte di Parma, Palermo e Fiorentina, potrebbe accettare l’addio solo nel caso in cui si profilasse la possibilità di approdare alla Juventus. Il ds Sensibile ieri era a Torino per assistere alla gara di coppa Italia che i bianconeri hanno disputato contro la Roma. La sua presenza non è passata inosservata ed ecco inevitabilmente veder riproposto il nome di Palombo per il centrocampo di Conte. Operazione fattibile, operazione vincolata al successo o al fallimento di altre trattative juventine. Marotta sta puntando forte su Guarin (Porto) e Niainggolan (Cagliari): sono le prime scelte, Palombo il comunque gradito rimpiazzo. Il tutto si deciderà al fotofinish, alle 19 del 31 gennaio.

Più informazioni