Quantcast

S. Margherita, la città non molla: nuova iniziativa a difesa dell’ospedale

roberto de marchi

Santa Margherita. Prosegue con una nuova iniziativa la difesa dell’ospedale di via Arpe da parte della città di Santa Margherita.

“Dobbiamo mantenere alta l’attenzione sul tema – dichiara il Sindaco, Roberto De Marchi – promuovendo l’ unità d’intenti che il consiglio comunale ha saputo raggiungere. Dopo l’assemblea pubblica, che ha visto riunite tutte le forze politiche, anticipo che domenica prossima (15 gennaio, ndr) tutti i gruppi consiliari saranno presenti in piazza Caprera a partire dalle 9 per un gazebo di raccolta firme, senza simboli di parte, che sottolinei l’obbligo morale più volte ribadito: conservare all’ospedale la destinazione sanitaria. Credo sia la prima volta, nella storia di Santa Margherita, che questo accade”.

In difesa dell’attuale destinazione d’uso da ogni atto d’imperio della Regione, lo stesso De Marchi a nome di tutto il consiglio aveva anche avanzato, in una lettera inviata ai capigruppo regionali, motivazioni di ordine legale ed economico: “La Regione non può ignorare che un ricorso al Tar aprirebbe una partita per lei molto difficile: per la forza delle nostre osservazioni, per i costi legali e per la dilatazione dei tempi. Oggi l’ex ospedale è un monoblocco sanitario che per essere riconvertito in edilizia abitativa dovrebbe essere demolito e ricostruito, con costi molto alti a carico degli investitori. Il prezzo di 10 milioni di euro considera questo aspetto? Quanto costa, inoltre, realizzare altrove la piastra ambulatoriale oggi ospitata in Via Fratelli Arpe? Mantenere l’attuale vincolo è la scelta più saggia da ogni punto di vista”.