Quantcast
Altre news

Rapallo, “Consentita breve fermata con conducente a bordo”: ecco il cartello della discordia

cartello stradale rapallo

Rapallo. “Consentita breve fermata con il conducente a bordo”. E’ questa la dicitura di nuovi cartelli stradali apparsi a Rapallo, che subito hanno suscitato polemiche. A segnalare immediatamente il posizionamento della segnaletica in corso Assereto e piazza Molfino è stato Andrea Carannante, del Partito Comunista dei Lavoratori, che postando la foto su Facebook, ha commentato: “Il Codice della strada ad interpretazione”. E da quel punto in poi i commenti si sono susseguiti a raffica.

Subito è anche arrivata un’interrogazione del consigliere Armando Ezio Capurro al sindaco di Rapallo. “Campodonico e Puggioni non hanno limiti di fantasia per fare aumentare le entrate comunali: obbligano gli automobilisti a dotarsi di autista, pena la multa per divieto di fermata. Secondo i due brillanti amministratori, per andare in auto in stazione o in comune, occorre essere accompagnati da un autista e chi è sprovvisto di autista è sanzionato – spiega il consigliere – Infatti, da alcune settimane, in piazza Molfino e corso Assereto, i dipendenti comunali hanno posizionato un nuovo esemplare di cartello stradale che incuriosisce non poco i cittadini di Rapallo e che costituisce, forse, a mio modesto avviso, una violazione del codice della strada”.

Il “nuovo” segnale stradale, sotto il divieto di sosta, indica la scritta: “Consentita breve fermata con il conducente a bordo”.

“Quindi chi non ha l’autista non può parcheggiare? Alla luce di quanto sopra, sperando che si tratti di un ‘pesce’ di Natale e che con l’Epifania tutto sia portato via – si legge nell’interrogazione di Capurro – Chiedo a S.E. il Prefetto, al Difensore Civico e al comandante della Polizia Stradale di Chiavari di intervenire, qualora rientri nelle loro competenze, per sanare questa situazione che, a mio avviso, forse potrebbe anche non essere consentita dal Codice della Strada. Al Comandante della Polizia Municipale di dirmi se condivide questa segnaletica, se nel Codice della Strada è presente un tale tipo di cartello e, nel caso positivo, di intervenire tramite i vigili affinché non si verifichi, come ho accertato in data 2.1.2012, che diverse auto, in violazione del divieto apposto, stazionino senza autista a bordo. Al sindaco e all’assessore Puggioni di sapere quali siano i motivi che hanno indotto il Comune di Rapallo a predisporre tale segnale e se lo stesso, a loro parere di avvocato e di esperto di viabilità, è previsto dalle vigenti norme del codice della strada”.

Intanto su Facebook viene segnalato un altro cartello alquanto insolito, questa volta situato in via Tassara: “Entrare e uscire dal parcheggio a motore spento”.