Quantcast

Padova-Sampdoria: le nostre pagelle

Sampdoria - Esultanza al gol di Cristian Bertani

La Sampdoria ritrova la vittoria in una delle trasferte più difficili di questo girone di ritorno. Ritrova gamba, fiato e entusiasmo. La speranza è che non sia un fuoco di paglia.

Romero 7 – la parata più importante della stagione arriva a fine primo tempo. Andare in vantaggio negli spogliatoi è stato decisivo. Rilancio perfetto per il raddoppio di Bertani. Assist man.

Berardi 6,5 – parte in palla, ma da un suo errore Gastaldello si becca un’ammonizione per fermare ripartenza del Padova. Poi ritrova la bussola. Diligente.

Gastaldello 6,5 – qualche distrazione, si becca anche una ammonizione, ma di testa le prende tutte. Torre.

Rossini 6,5 – bravo soprattutto quando è messo sotto pressione, ma tiene in piedi la baracca. Meticoloso.

Castellini 6 – il meno continuo in difesa, molte sbavature sulle ripartenza venete. Deteriorato.

Padalino sv – comincia in una partita che si stava mettendo bene, esce per infortunio. Paperino. Dal 20’ Palombo 6 – la partita si era già messa su un buon binario, entra mette meno dinamismo ma più equilibrio. Sfrutta male i calci piazzati. Congedato.

Obiang 7 – mostra tutta le sue qualità da interditore, capisce prima di tutti dove le palle arrivano, non spreca in fase di impostazione. Quadrato.

Krsticic 7 – la sorpresa del centrocampo blucerchiato si mette lì in mezzo, parte titubante e cresce. Mette dentro il lancione dell’1 a 0 e prende maggiore confidenza con compagni, rettangolo di gioco e partita. Sul finale prova la giocata da metà campo. Fiero.

Juan Antonio 6,5 – non brilla per continuità, gigioneggia un po’ ma quando si accende offre giocate superiori alla categoria. Oggi si accende poco. Sornione.

Pozzi 6,5 – mobile, pasticcione, brontolone, però si sbatte e la butta dentro. Mugugnone. Dal 30’ st Piovaccari 5 – la nota stonata del pomeriggio, tre occasioni da gol che potevano chiudere il match regalate. Sciupone.

Bertani 7,5 – aggancia disperati palloni serviti con poco raziocinio dai compagni, punta l’uomo e trova una certa continuità nel saltarlo. Assist e gran gol. Bentornato.

Iachini 6,5 – ha vinto tutte le scommesse coraggiose (Obiang e Kristicic tra tutti) e la squadra sembra aver ritrovato la gamba. Coerente.

Garrone 6 – la media è tra l’8 per la sua presenza a Padova, per essersi mostrato vicino alla squadra e il 4 per le parole su Palombo prima della partita. Serve chiarezza, nella vita. Soprattutto con un uomo come Palombo. Omertoso.