Quantcast
Politica

Ospedale del Ponente a Villa Bombrini: via libera della Regione, ora tocca al Comune

via cornigliano

Regione. L’ospedale del Ponente, se mai sarà, sorgerà a villa Bombrini. La conferma arriva dall’approvazione da parte della giunta regionale di una delibera quadro che prevede, tra le altre cose, anche l’individuzione del nuovo nosocomio nell’area di Cornigliano.

Secondo voci di corridoio l’ufficialità doveva arrivare domani con una delibera simile approvata questa volta dal Comune di Genova, che avrebbe segnato la fine di una lunga querelle e un atto congiunto dei due enti non sempre concordi sulla locazione del nuovo ospedale.

Prevista dal piano regionale sanitario del 2007, la struttura da 700 posti che dovrebbe sostituire Villa Scassi e i piccoli ospedali delle altre delegazioni a ponente, è stata poi rimandato a data di destinarsi, per mancanza di fondi e di accordi tra la Regione, a cui spetta la competenza della scelta del luogo, previo parere del Comune, e Tursi.

In attesa della delibera comunale e dei successivi studi di fattibilità, la prima a congratularsi è stata la senatrice Roberta Pinotti.

“La scelta della giunta regionale di Villa Bombrini come area idonea per un nuovo ospedale è una decisione che il Ponente genovese attendeva da tempo. Naturalmente – scrive Pinotti in una nota – in un momento di grave ristrettezza economica come quello attuale bisogna essere consapevoli che adesso la battaglia va spostata sull’impegno finanziario per sostenere il progetto. Sono certa che l’amministrazione comunale, nell’ambito delle proprie competenza e attraverso i propri strumenti di intervento darà seguito alla deliberazione regionale”.