Quantcast
Cronaca

Naufragio Concordia, nessun calo delle prenotazioni. Le agenzie di viaggio: “Dare fiducia al settore”

Costa Concordia

Savona. Dopo il tragico naufragio della nave Concordia, è ancora troppo presto per fare bilanci su un eventuale effetto “disdetta prenotazione” per le crociere targate Costa Crociere e non. Quel che è certo è che ciò che è successo davanti alle coste dell’isola del Giglio, dove il colpo d’occhio è monopolizzato da un gigante del mare sprofondato in acqua, ha fatto sì che i telefoni delle agenzie di viaggio cominciassero a squillare. Dall’altra parte della cornetta, voci di futuri crocieristi preoccupati e in cerca di rassicurazioni, ma che, alla fine, hanno deciso di dare fiducia ad uno dei settori più promettenti della nostra zoppicante economia.

“Per adesso non abbiamo riscontrato nessun calo nelle prenotazioni e nemmeno improvvise disdette da parte di chi aveva già prenotato una crociera. Noi non lavoriamo solo con Costa, ma anche con altre compagnie e, per ora, la situazione è la stessa di una settimana fa” spiega Eleana Grisolia dell’agenzia “Grattacieli e Palme” di Savona.

C’è anche chi avrebbe dovuto viaggiare sulla Costa Concordia e la cui vacanza è ora in forse. “Avevo due pratiche aperte con clienti che si sarebbero dovuti imbarcare su quella nave – continua Grisolia – Una famiglia, due adulti e due bambini, che dovevano partire il 4 febbraio e una coppia che doveva partire il 13 febbraio. Proprio questa mattina abbiamo sentito Costa Crociere che sta lavorando per proporre delle soluzioni alternative ai clienti. Ci hanno garantito che tra questo pomeriggio e domani ci faranno sapere qualcosa”. Tutto, pur di non vanificare il lavoro svolto in anni di successi e traguardi raggiunti.

“Lavoro nel settore da 30 anni – dice Franco Zangari dell’agenzia di viaggi “Dedalus” di Albenga – Ricordo che, a seguito della tragedia dell’11 settembre, per due mesi non vedemmo nemmeno un cliente. Poi, il colpo è stato assorbito. Credo che accadrà la stessa cosa anche in questo caso. Abbiamo ricevuto un paio di telefonate di turisti preoccupati, ma che non hanno rinunciato alla vacanza via mare. Oggi, altre tre persone hanno optato per una crociera nei prossimi mesi. Credo che, al di là dell’immane tragedia e del senso di angoscia che pervade tutti noi, tra un mese la situazione, dal punto di vista delle vendite, tornerà alla normalità. Ci tengo anche a sottolineare che questa mattina abbiamo ricevuto una mail da parte di un membro dell’equipaggio che ci ha voluto raccontare come tutto il personale della nave si sia prodigato per mettere in salvo quante più persone possibile”.

Nessuna flessione registrata nemmeno presso l’agenzia “Mondintero” di Alassio che lavora molto con le crociere. “E’ un po’ presto per poter trarre conclusioni su un eventuale effetto disdetta post-naufragio – dice Fulvia, la titolare dell’attività – Proprio questa mattina abbiamo ricevuto una chiamata per prenotare un viaggio sul mare a marzo. Confidiamo nel buonsenso delle persone. Costa Crociere è una grande realtà italiana, e il settore crocieristico è molto importante per la nostra economia”.

Intanto, navigando nel mare di web e sui siti specializzati in crociere (da crocierissime.it a crocieraonline.com), non si può non notare il posto d’onore riservato ai viaggi sul mare organizzati da varie compagnie di navigazione che non si chiamano Costa Crociere.