Quantcast
Economia

Mercato immobiliare, stabile la fiducia dei liguri: la propensione all’acquisto è al 42,9%

palazzo begato

Liguria. Il quarto trimestre 2011 segna per la Liguria una stabilità della fiducia dei cittadini nel mercato immobiliare. Dall’elaborazione dell’Indice Immobiliare.it sulla fiducia dei consumatori relativo al periodo analizzato emerge infatti che solo il 42,9% degli abitanti della regione ligure ritiene che questo sia il momento giusto per comprare casa contro il 42,7% registrato nel trimestre precedente, un dato leggermente più basso rispetto alla media nazionale che si attesta al 45%.

Riguardo alle singole città liguri, la rilevazione di dicembre ha evidenziato, rispetto a quella di ottobre, un andamento differente dei prezzi medi richiesti per gli immobili in vendita nelle principali città, con La Spezia che si è distinta per il maggior calo dei prezzi mentre Imperia per l’aumento più consistente. Nello specifico: La Spezia (-1,6%), Savona (-0,9%), Genova (-0,2%), Imperia (+0,7%).

“E’ il complesso delle variabili macroeconomiche a determinare questa situazione “attendista” che, a livello nazionale, frena da sei mesi la propensione all’acquisto – dichiara Carlo Giordano, Amministratore Delegato di Gruppo Immobiliare.it – e il mercato immobiliare ligure sembra seguire questo trend. Va evidenziato che il dato complessivo, seppur leggermente, è inferiore alla media nazionale. Oltretutto, l’aumento dell’idea che questo non sia un buon momento per vendere è espressione del tentativo di evitare una “svendita” del proprio patrimonio: i laziali stanno tenendosi alla larga da investimenti impegnativi, e nel contempo non intendono svalutare ciò che posseggono”.

Alla stabilità della propensione dei liguri all’acquisto immobiliare, emersa dall’analisi, corrisponde una crescita di chi ritiene più conveniente rimandare gli investimenti immobiliari all’inizio del 2013 (22,2% vs 18,4%) mentre restano stabili i più pessimisti (21,3%), ossia coloro che non ritengono questo un buon momento per comprare.

Sul fronte della vendita solo il 13,6% dei liguri pensa che questo sia un momento favorevole per farlo mentre sale al 75,1% (era al 71,4% ad ottobre) la percentuale di chi ritiene che questo non sia un buon momento per vendere casa. Cresce all’8,4% (era al 7,6% ad ottobre) la percentuale di chi si aspetta tempi migliori tra 12 mesi.

L’indagine ha analizzato anche il sentiment circa i prezzi degli immobili: per il 51,3% del campione i costi sono destinati a calare, con un aumento del 14,5% in soli tre mesi; di contro, il 22,8% degli intervistati si aspetta stabilità (era il 31,9% ad ottobre) e il 19,6% teme un aumento (era il 21,6% ad ottobre).