Quantcast
Cronaca

Genova, scippi in strada e sull’autobus: beccato l’autore di una precedente rapina

macchina

Genova. Ieri sera, un giovane genovese di 19 anni, all’uscita dell’ascensore Portello-Castelletto, è stato rapinato da un ragazzo e una ragazza che gli hanno rubato il portafogli e un , dopo avergli sferrato un pugno.

Gli agenti immediatamente intervenuti hanno appreso dalla vittima la descrizione dei malviventi, di probabile etnia dell’est europeo e avviato subito le ricerche nelle zone limitrofe, purtroppo con esito negativo. L’azione criminosa, probabilmente è stata ripresa dalle varie telecamere che si trovano nel tunnel che conduce all’ascensore. La Polizia indaga.

Ieri pomeriggio, invece, una volante del Commissariato Prè, è intervenuta dopo la segnalazione di un cittadino palermitano che asseriva di essere stato borseggiato sull’autobus linea 35 da una donna ed un uomo i quali con destrezza gli sfilavano dai pantaloni la somma di 140 euro. Quando l’uomo si è accorto del fatto, la donna è scesa alla fermata successiva, mentre l’uomo, un romeno di 47 anni, è stato fermato dalla volante.

Accompagnato in Commissariato, l’uomo è stato perquisito con esito negativo ma il personale di polizia, che da tempo svolge indagini mirate all’individuazione di borseggiatori, ha riconosciuto nel fermato l’uomo che nello scorso mese di dicembre aveva utilizzato il bancomat di una vittima di borseggio, avvenuto lo stesso giorno, prelevando ed acquistando valori per 1268 euro.

Infatti, dalla visione del sistema di videosorveglianza della Banca Carige di via Fieschi, sono stati estrapolati i fotogrammi che mostravano il rumeno vestito nell’identica maniera di ieri pomeriggio. In seguito a ciò, è stata applicata la misura del fermo.