Quantcast
Cronaca

Genova: evasione fiscale, sicurezza e abusivismo, i nodi della polizia municipale

francesco scidone roberto mangiardi polizia municipale

Genova. Più di un milione di euro di evasione fiscale e false dichiarazioni Isee. E’ il quadro sconfortante di oltre sei mesi di attività del gruppo Equità Fiscale del Comune di Genova, composto dai vigili urbani.

“I risultati sono soddisfacenti – commenta l’assessore alla Sicurezza, Francesco Scidone, a margine della conferenza stampa su un anno di attività della polizia municipale genovese – ma sono anche il risultato di comportamenti da condannare da parte dei contribuenti”.

Ad esempio è stato riscontrato che a Genova una dichiarazione Isee su tre è falsa: “si tratta di un reato grave che porta alla perdita del diritto e alla restituzione dei soldi al Comune”, sottolinea l’assessore.

Il giro di vite di Tursi, dati alla mano, riguarderà anche i punti caldi del capitolo sicurezza: il caso Sampierdarena, gli affitti in nero e l’abusivismo, con particolare riferimento alla difficile situazione del “suq” abusiviso di via Turati.

“A Sampierdarena come già ribadito recentemente dalla sindaco agiremo su due livelli: sui locali e sui punti di aggregazione negativi, con una riduzione dell’orario di apertura, e poi come fatto per la zona Commenda-Prè, con un’ordinanza che vieti la detenzione di sostanze alcoliche per asporto”.

Per stanare la pratica, piuttosto diffusa, degli affitti in nero, i controlli si diffonderanno a tappeto da Prè alla Maddalena, via San Bernardo e limitrofe, dove spesso trovano casa anche gli studenti.

Di difficile soluzione invece la situazione critica in via Turati: “Facciamo quotidianamente interventi – spiega ancora Scidone – ma mentre altrove l’intervento sulla contraffazione funziona da deterrente perchè con il sequestro della merce perdono un valore, in via Turati non hanno incentivo, perchè non hanno danno, dato lo scarso valore delle cose esposte. L’unica soluzione è il presidio fisso, per ora solo di mattina, si tratterà di implementarlo anche con le altre forze dell’ordine” conclude l’assessore.

Dalla conferenza stampa sono usciti anche i numeri dell’operato dei vigili del 2011: sono state 557.484 le multe a Genova per infrazioni al Codice della strada, e 131.124 i punti della patente decurtati.

“In netto calo rispetto alle 701.155 del 2010, le multe a Genova nel 2011 sono dimnuite di 160.000 unità – ha detto Mangiardi -. Sono calati del 10% anche gli incidenti stradali. Purtroppo non i morti sulla strada: sono stati 22 in città, esattamente come l’anno precedente”.

Per l’assessore Scidone, il bilancio stradale del 2011 “tutto sommato” è positivo. Il telecontrollo sulle corsie gialle riservate ai bus ha elevato 96.976 multe. Sono state 47 le fughe della strada tentate a Genova nel 2011 dopo incidenti stradali, ventinove ‘pirati’ sono stati individuati. La Polizia Municipale ha inoltre inflitto 11.304 sanzioni per commercio e tutela dei consumatori, 318 per reati ambientali, 6.099 per regolamenti comunali e 7.259 per accertamenti di polizia giudiziaria.