Quantcast

Genova, del 7 febbraio al Teatro della Corte “Itis Galileo” con Marco Paolini

marco paolini teatro della corte

Genova. Al Teatro della Corte c’è Marco Paolini con lo spettacolo “Itis Galileo”. Lo spettacolo arriverà a Genova il 7 febbraio, ma le prenotazioni e le vendite dei biglietti partiranno già martedì 31 gennaio al Teatro Stabile di Genova.

Prodotto dalla Michela Signori Jolefilm e scritto in collaborazione con Francesco Niccolini, Itis Galileo si avvale della scenotecnica di Juri Pevere, con illuminotecnica e fonica di Ombre Rosse.
Ideato, diretto e interpretato da Marco Paolini, non è direttamente una biografia di Galileo Galilei, ma parlando del grande scienziato toscano muove dalla considerazione che essere geniali, in circostanze difficili, può essere un problema. Per gli altri soprattutto; i quali sono sempre tentati di contrapporre ai risultati della scienza moderna i propri pregiudizi e le proprie superstizioni.

“Viviamo in un tempo in cui la magia è tornata a governare il futuro -annota Marco Paolini. “Sarà perché le leggi dell’economia non sono leggi matematiche e contengono una componente di caso molto rilevante, sta di fatto che il nostro mondo cerca consolazione negli astri. E mi stupisce che, 400 anni dopo la consacrazione dell’universo post-rivoluzione copernicana, tutti i giorni molti tra noi consultino le previsioni dell’oroscopo che utilizzano le stelle fisse di Tolomeo. Alla fine non importa se il cielo non è così, perché quello che conta è che ci piace. Galileo è usato spesso come simbolo della scienza libera contro la fede integralista, ma in realtà è uno che per campare fa anche oroscopi. Eppure ha la forza di guardare oltre. Per noi è facile irridere le teorie del passato, quando finiscono le teorie fanno sempre ridere. Il problema è che mentre ci sei dentro continui a pensare che non sia teoria, ma spiegazione della realtà”.