Quantcast
Cronaca

Genova, confermato il servizio Navebus, Vesco: “Risultato importante, stanziati 350mila euro”

Genova. Il servizio Navebus proseguirà anche per tutto il 2012. L’importante traguardo è stato ottenuto grazie ad uno stanziamento della Regione Liguria di 350.000 euro.

Navebus, gestita da Amt, collega da alcuni anni la delegazione di Pegli, nel ponente genovese, con il Porto Antico. Le corse erano a rischio a causa della difficile situazione finanziaria dell’azienda.

Lo sforzo economico compiuto dalla Regione consentirà così di usufruire durante l’orario invernale, fino al 29 febbraio e dal 1 novembre al 31 dicembre 2012 e nei giorni feriali, di 4 corse in partenza dal Porto Antico e di altrettante corse in partenza da Pegli. Inoltre nei weekend saranno disponibili due corse dal Porto antico e due da Pegli.

“Quello della Navebus -ha detto Enrico Vesco, assessore regionale ai trasporti- è un servizio molto apprezzato dai cittadini e di grande qualità. Abbiamo avuto forti richieste di manternerlo e, pur in un momento di difficoltà, ci siamo riusciti. Abbiamo stanziato 350.000 euro e abbiamo concordato di mantenere una serie di linee e corse. Lo stanziamento è del 50% in meno rispetto agli anni passati. Un servizio ridotto, ma comunque importante. Inoltre abbiamo già garantito prosecuzione degli stanziamenti per gli anni futuri”.

Soddisfatto anche il vicesindaco di Genova Paolo Pissarello: “Non grava sui conti economici, in quanto è un servizio in pareggio ed ha un’attrattiva turistica. Un servizio su gomma avrebbe un costo analogo. Avvicinare pegli al centro storico è interessante anche per i turisti. In questo modo si è raggiunto un buon compromesso tra equilibrio economico ed offerta agli utenti”.

Importanti le ricadute sul turismo. “E’ stato fatto – spiega il presidente del Municipio Ponente, Mauro Avvenente- un grande lavoro tra istituzioni locali e amici navebus. Ed ecco il risultato. La navebus continuerà per tutto il 2012: sono stati previsti tre tipi di orari, invernale, primaverile ed estivo, per rispondere alle esigenze degli abitanti del ponente che lavorano in centro ma anche dei turisti che potranno visitare le nostre ville, i nostri musei, le passeggiate a mare. Un’opportunità straordinaria per il rilancio del territorio”.