Quantcast

Genova, Assoporti: “L’imposta regionale sulle concessioni non aiuta”

Genova porto

Genova. “L’imposta sulle concessioni demaniali in ambito portuale, chiesta da alcune Regioni, non aiuta a rendere i nostri porti competitivi, oltre a creare una situazione di alterazione della concorrenza che danneggia l’intero sistema”. Lo afferma in una nota il presidente di Assoporti, Francesco Nerli, secondo cui “non si riesce a cogliere il fondamento che giustifica” questa richiesta.

La norma è sempre stata considerata non riferibile alle Autorità Portuali dall’associazione dei porti italiani, che “ha sostenuto in tutte le sedi – osserva – l’infondatezza delle richieste di alcune regioni italiane”. Per questo motivo, Assoporti “supporterà le Autorità Portuali – si legge ancora – nelle azioni che al riguardo riterranno opportuno intraprendere”. Tanto più, conclude Nerli, che “sull’insussitenza dei presupposti per l’applicazione alle concessioni rilasciate dalle Autorità Portuali si è espressamente pronunciato nel 2011 il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti”.

Più informazioni