Quantcast

Genova, “Campanello“ e “Gianni Schicchi” ritornano al Teatro Carlo Felice

Carlo Felice

Genova. Domenica 15 gennaio alle ore 15.30, al Teatro Carlo Felice, ritornano “Campanello”, farsa in un atto di Gaetano Donizetti, e “Gianni Schicchi”, opera in un atto di Giacomo Puccini, accoppiata vincente già applaudita dal pubblico nel novembre scorso.

A dirigere sarà sempre il giovane, ma già affermato Valerio Galli. Diplomato nel 2002 con il massimo dei voti, lode e menzione ad honorem, Galli, oltre ad esibirsi come pianista solista, dal 2007 ha intrapreso la carriera di direttore d’orchestra riscuotendo grandi successi in tutti i teatri del mondo. La regia di questo nuovo allestimento del Teatro Carlo Felice è del grande baritono Rolando Panerai, le scene sono state realizzate da Enrico Musenich, le luci da Luciano Novelli, mentre gli splendidi costumi sono stati disegnati da Vivien A. Hewitt. Rimane una novità assoluta la collaborazione con Ikea, attraverso la quale si è potuta realizzare una scenografia originale e innovativa a costi estremamente contenuti.

In questa seconda trance di recite, dopo il mitico Rolando Panerai, nel ruolo di Gianni Schicchi canterà un altro grande interprete: lo spagnolo Juan Pons, uno dei baritoni contemporanei più importanti a livello mondiale. Anche in “Campanello” si sottolinea un cambio di cast importante, con Mirella Di Vita a sostenere il ruolo di Serafina.

Ritorna in scena anche l’Ensemble Opera Studio, la compagnia di giovani e brillanti cantanti solisti in residence del Teatro Carlo Felice, che, come i più prestigiosi teatri internazionali, da quest’anno ha la sua selezionata compagnia. Tra loro si segnalano, in “Campanello”, Dario Giorgelè (Don Annibile) e Francesco Verna (Enrico), e, in “Gianni Schicchi”, Paola Santucci (Lauretta) e Manuel Pierattelli (Rinuccio).