Quantcast

Genoa, serve un difensore: Tozser in pugno, Cerci può arrivare, Jankovic rinnova

genoa gradinata

Genova. Il presidente Preziosi lo ha ribadito più volte, non vuole comprare nuovi difensori. Vero o falso che sia Marino dovrà ancora una volta fare i conti con una retroguardia bucata per ben 16 volte nelle ultime 4 gare disputate. Match nei quali, tra infortuni e squalifiche, non è mai scesa in campo la difesa titolare; non succederà nemmeno domenica contro il Napoli. Kaladze ieri ha ripreso a lavorare coi compagni ma la sua presenza in campo è tutt’altro che scontata. Ben lontano dal recupero Antonelli che resterà ai box fino all’inizio di marzo.

E allora si torna a parlare di mercato. Bisogna mettere una pezza su questa falla. Senza contare che anche Dainelli, al momento infortunato, potrebbe decidere di fare le valigie e andarsene. Roma e Lazio hanno chiesto informazioni, il Cesena ci ha fatto più di un pensierino: i romagnoli però si sono tirati indietro, non sono disposti a girare Von Bergen ai rossoblù come richiesto da Preziosi. E non finisce qui. Si è parlato di un ritorno anticipato di Acerbi (in estate parcheggiato in prestito al Chievo Verona) ma anche di Contini, l’ex Napoli adesso in forza al Real Zaragoza. Per Rossettini l’intesa con il Siena è tutt’altro che dietro l’angolo: i rossoblù lo vorrebbero in prestito con diritto di riscatto, i toscani vorrebbero monetizzare immediatamente.

Da un reparto all’altro. A centrocampo Marino potrà a breve contare su un uomo in più. Tozser è ormai vicinissimo. Sembrava destinato a sbarcare in Italia non prima di giugno (a parametro zero) ma Preziosi ha deciso di non perdere tempo: un’accelerata che costringerà il presidente rossoblù a versare un milione di euro nelle casse del Genk. Kucka potrebbe restare fino al termine della stagione, niente da fare quindi per l’interista Muntari.

Non accennano a placarsi le voci di un possibile scambio Constant-Cerci sull’asse Genoa-Fiorentina. Sembrano tutti convinti della bontà dell’operazione tranne il tecnico Marino che nelle ultime gare ha apprezzato i miglioramenti dell’ex giocatore del Chievo. Venisse superato l’ostacolo allenatore, la trattativa verrebbe chiusa nel giro di pochissime ore.

Pedina di scambio alternativa al guineano sembrava il serbo Jankovic, ma, è notizia delle ultime ore, ha rinnovato fino al 2014: “Sono molto, molto felice di proseguire la mia carriera a Genova, dove mi trovo benissimo. Vivo il Genoa come una seconda famiglia, darò tutto me stesso per portare in alto questo club fantastico e di grandi tradizioni”.

In partenza Zè Eduardo. Il brasiliano, triste e musone lontano dal suo Brasile, sperava in un ritorno al Santos ma il club carioca ha risposto picche. Il Grifo ha provato a girare l’attaccante al Cesena ma i romagnoli sono spaventati dall’alto ingaggio del giocatore.