Quantcast

Genoa, Preziosi di nuovo sul mercato, ma non per la difesa: caccia a Cerci

alberto malesani - enrico preziosi - genoa

Genova. La banda del buco genoana sta per essere rivoluzionata un’altra volta. E’ quello che probabilmente accadrà in questi ultimi giorni di mercato.

Troppi i gol presi nelle ultime quattro partite: in ordine 6 a Napoli, 3 a Cagliari, 2 in casa con l’Udinese e 5 nell’ultima trasferta con il Palermo. Un disfatta che ha reso inoltre inutili tutti gli sforzi dell’attacco: 6 gol in quegli stessi incontri e una buona media realizzativa.

A questo punto, è evidente che il problema è la difesa e che non c’è Gilardino che tenga: servono nuovi interventi nel reparto arretrato. Tra infortuni, squalifiche e delusioni varie, infatti, la situazione là dietro è sempre di emergenza.

Della necessità è soprattutto convinto Enrico Preziosi che ha ripreso a muoversi attivamente sul mercato. Ma per ora, tra lo sconcerto dei più, nel mirino ci sono altri giocatori offensivi.

Per Cerci, esterno della Fiorentina, sono in corso le trattative. I viola, però, avrebbero chiesto come contropartita tecnica uno tra Constant e Veloso. Difficile che l’affare vada in porto su queste basi: troppo inportanti le due pedine per cederle a cuor leggero.

Nelle ultime ore, poi, ha preso piede l’ipotesi di una cessione di Dario Dainelli: lo vorrebbe la Lazio, ma con tutta probabilità rimarrà a Genova. Se così non fosse si punta su Von Bergen del Cesena oppure su Rossettini o Contini del Siena.

E poi è ancora aperto il capitolo Kucka, sempre in procinto di andare all’Inter. Si è parlato a più riprese di uno scambio con il ghanese Muntari, ma, visto che quest’ultimo sarebbe indirizzato verso il Milan, l’operazione è decisamente improbabile.