Quantcast

Genoa: preso Belluschi, ora un difensore e il Napoli

Genova. Mancano pochi giorni alla fine del mercato. La certezza? Al patron rossoblù Preziosi non piace fare da spettatore. Gli riesce più congeniale il ruolo del protagonista. Aver strappato Gilardino alla Fiorentina e Biondini al Cagliari non gli bastava, voleva di più. Un di più che lo costringerà a darci dentro fino alle 19 del 31 gennaio.

Salvo colpi di scena dell’ultima ora, a breve verrà annunciato l’acquisto di Belluschi (il procuratore è a Milano). Il centrocampista argentino arriva dal Porto con la formula del prestito con diritto di riscatto già fissato a 5 milioni di euro. Esulta mister Marino che si ritroverà fra le mani un giocatore capace di occupare diverse posizioni in mediana: regista, esterno e rifinitore.

Pare definitivamente saltato lo scambio Kucka-Muntari sull’asse Genoa-Inter. Se vorrà lo slovacco, il presidente Moratti dovrà sborsare dei bei soldi. I nerazzurri hanno poi già offerto 11 milioni di euro per Miguel Veloso ma al momento non se ne fa nulla. Stuzzica, a prescindere da eventuali contropartite, l’ipotesi Zarate. L’argentino è ai margini del progetto interista e vedrebbe di buon occhio un trasferimento all’ombra della Lanterna.

Sempre calda la pista Cerci; Marino ha detto “no” alla cessione di Constant facendo così lievitare le quotazioni di Jorquera in viola in cambio dell’esterno inseguito in estate dal Manchester City. Per il centrocampo è caccia a Pazienza della Juventus; per l’ex Napoli c’è da battere la concorrenza dell’Udinese. Piace il baby fenomeno del Varese De Luca.

Caccia aperta al difensore. L’obiettivo numero uno resta Rossettini del Siena che pare aver già trovato un accordo con il Grifone per giugno. Dainelli potrebbe presto approdare al Cesena aprendo così le porte del Signorini a Von Bergen (sempre quest’estate). Quelli di Contini del Zaragoza e di Acerbi (attualmente al Chievo ma in comproprietà con i rossoblù) sono nomi più gettonati. Piace il giovane Maccariello dell’Andria.

Domenica intanto si gioca, in scena al Ferraris Genoa-Napoli (arbitra Rocchi di Firenze), l’occasione buona per vendicare l’umiliante 6-1 del San Paolo. Dall’infermeria buone notizie da Kaladze; il georgiano, degli infortunati, è l’unico arruolabile per la sfida contro gli azzurri. Ancora in dubbio Constant e Miguel Veloso.