Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa, i rischi del mercato: non è solo la Fiorentina a volere Veloso

Genova. E’ ancora tempo di mercato, per un’altra settimana. Non lo dimentica Enrico Preziosi e proprio non possono dimenticarlo i tifosi del Genoa, preoccupati per le ultime partite trasferte con risultati quasi tennistici.

Il patron rossoblù ha parlato questa mattina a margine dell’assemblea di Lega e le questioni sul tavolo erano davvero tante. Prima di tutto le ultime prestazioni, con troppi gol subiti e un mal di trasferta che non accenna a scomparire: “Spero – ha detto Preziosi- di non prendere altri sei gol nella prossima partita contro il Napoli. A Palermo, anche se mancavano troppi giocatori in difesa, non si possono subire cinque reti in questo modo. Nelle ultime quattro gare abbiamo al passivo sedici gol e bisogna lavorare su questo. Manchiamo di personalità e ci afflosciamo subito. Il successo sull’Udinese ci aveva illuso”.

Marino, quindi, è chiamato ad apportare correttivi quanto prima. Intanto tiene banco il mercato, Kucka, Muntari, Cerci e Veloso gli uomini di cui si parla di più.

“Fino a quando il mercato sarà aperto -spiega il presidente- tutto è possibile. Cerci? Ne parlavo anche prima con la Fiorentina, ma Corvino vuole in cambio qualcosa da noi che non è possibile. Ci dobbiamo pensare e chiedere a Marino se si può privare di quell’elemento”.

Per Veloso, invece, si parla di un interessamento di numerosi club stranieri, ma il Genoa sa che in caso di cessione si priverebbe di una pedina importante: ” Veloso? Dalla Russia sono arrivate proposte, ma è un giocatore troppo importante e va tenuto in rosa. Se venisse lui da me a chiedere di andare via ne parleremo, ma non penso”.

Non manca, infine, una stoccata all’Inter sull’affare Kucka, sempre diviso a metà tra Milano e Genova: “L’Inter -conclude Preziosi- non mi ha chiesto nulla, ma se me lo chiederà, mi siederò al tavolo perché il giocatore è in comproprietà. Per fare le cose bisogna essere in due: io ci sono, vediamo cosa succede dall’altra parte. Muntari come contropartita? Penso si possa fare, ma prima bisogna capire se l’Inter ha intenzione di prendere Kucka o no”.

Messaggio chiaro: il club nerazzurro si deve attivare, altrimenti il centrocampista rimarrà in rossoblù.