Quantcast
Cronaca

Fincantieri, sale l’attesa: il vertice a Roma slitta di alcune ore

fincantieri protesta

Roma. E’ slittato di alcune ore l’atteso incontro al Ministero dell’Economia per discutere il futuro dello stabilimento genovese di Fincantieri.

Il vertice che doveva iniziare alle 15 alla presenza del ministro Passera, dell’azienda, dei sindacati e dei rappresentanti locali, ha subito un rinvio di alcune ore. Fiato sospeso dunque in attesa di capire gli sviluppi dell’accordo di programma per il ribaltamento a mare e soprattutto i reali contenuti del piano industriale per il cantiere di Sestri Ponente.

Anche se i cancelli di via Soliman non chiuderanno, come garantito da Passera, la Fiom da una parte e le istituzioni locali dall’altra hanno spinto per incontrare ministro e azienda: Sestri deve restare aperto ma continuando la produttività.

Il lavoro, che sia un carico intero o un troncone, è la condizione su cui si batteranno sindacato e enti. Intanto continuano a ventilarsi ipotesi a riguardo: dalla proposta Burlando di fare di Sestri anche un polo per le riparazioni sede del sesto bacino, alla recentissima voce che vede Fincantieri l’azienda preposta per mettere in sicurezza la Costa Concordia, naufragata il 13 gennaio scorso davanti all’Isola del Giglio. Secondo le prime informazioni, Costa si sarebbe già rivolta a Fincantieri per lo studio di un piano che consenta la messa in sicurezza e un eventuale futuro recupero della nave.