Quantcast
Economia

Fincantieri, parlamentari nazionali ed europei scrivono a Passera e Tajani: “Il cantiere non deve fermarsi”

Blocco Fincantieri 29 giugno

Genova. Per salvare lo stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente si muove anche la politica. Alcuni parlamentari nazionali ed europei, tra cui i “liguri” Sergio Cofferati, Roberta Pinotti, Sabina Rossa e Mario Tullo ed Andrea Orlando hanno inviato una lettera al ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera ed al commissario europeo Antonio Tajani.

“Siamo certi -scrivono i parlamentari- che non vi sfugge l´importanza strategica che la cantieristica navale ricopre sia per il nostro Paese che, più in generale, per l´Europa”. Si chiede, insomma, di attivarsi al più presto: “Le azioni intraprese in sede europea dal commissario Tajani sono senza dubbio apprezzabili e vanno nella giusta direzione. È tuttavia urgente, in questo momento di acuta emergenza, che tutti gli strumenti ai quali la Commissione sta lavorando siano resi disponibili con la maggiore celerità possibile”.

“E’ fondamentale – concludono-che non si fermi l´attività in nessuno dei cantieri e questo, allo stato attuale, può avvenire attraverso una redistribuzione delle commesse esistenti o una suddivisione territoriale delle stesse.La situazione richiede delle risposte immediate”.