Quantcast
Economia

Fincantieri, Matteo Rossi (Sel): “Si va verso il disastro, ora Genova scioperi per il lavoro”

Blocco Fincantieri 29 giugno

Genova. L’incontro con il Ministro Passera conferma le precedenti determinazioni sul Cantiere di Sestri Ponente. A marzo si chiude. Un terribile colpo per centinaia di lavoratori, per il tessuto economico del ponente genovese e di tutta Genova. Così muore nei fatti una delle ultime realtà industriali del territorio.

“Il Governo Berlusconi e Finmeccanica in questi mesi non hanno fatto nulla. Oggi il Governo Monti completa il capolavoro. Berlusconi ha svolto la parte del killer del Cantiere di Sestri e ora Monti completa l’opera rimuovendone la salma”, scrive Matteo Rossi, consigliere regionale di Sel. “Il Governo dei professori, nemmeno per un’azienda interamente pubblica, è capace di esprimere alcuna politica industriale e di sviluppo, ma scarica ancora una volta la crisi sulle spalle dei più deboli. Altro che “Cresci Italia”, qui siamo al disastro!”.

“L’unica cosa di cui sono stati finora capaci è dividere i lavoratori con accordi separati e tentare di isolare il Cantiere sestrese. E’ un’operazione che va ancora una volta battuta con la massima unità di tutto il territorio, a sostegno della lotta dei lavoratori e della FIOM”.

“Non bisogna arrendersi! Anche le istituzioni devono ancora una volta mobilitarsi e fare sentire tutta la loro pressione verso il Governo. E’ in gioco il futuro di Genova. In tal senso è assolutamente positivo l’impegno del Sindaco Marta Vincenzi a fianco dei lavoratori, che ben interpreta il sentimento di tutti i cittadini. E’ ora che Genova e la Liguria si uniscano in uno sciopero generale per il lavoro”.