Quantcast
Cronaca

Fincantieri, finito il blocco della sopraelevata: gli operai tornano a Sestri

Fincantieri - protesta gennaio

Sestri Ponente. Agg. h. 12.25. Il blocco della sopraelevata è terminato e ora il corteo dei lavoratori sta tornando verso i cancelli di via Soliman, dove da questa mattina è rimasto in presidio un altro gruppo di operai.

Agg. h.11. Il casello di Genova Ovest è chiuso sia in entrata che in uscita e la situazione potrebbe rimanere invariata almeno fino alle 12. Intanto anche i camionisti bloccati, nonostante i disagi, sono solidali con i lavoratori di Fincantieri.

Agg. h. 10.11. Il corteo degli operai di Fincantieri è arrivato al casello autostradale di Genova Ovest, dove ci sono problemi sia in entrata che in uscita. Intanto, preventivamente, tratto Chiuso tra Bivio A7/A10 Genova-Ventimiglia e Genova Sampierdarena.

Agg. h. 10. I lavoratori di Fincantieri stanno ora bloccando la sopraelevata in entrambe le direzioni.

Continua la protesta dei lavoratori di Fincantieri. Dopo il blocco del casello autostradale di Genova Aeroporto, avvenuto ieri mattina, sembra che oggi gli operai abbiano deciso di bloccare la sopraelevata. Il corteo, infatti, è partito dai cancelli di via Soliman e ora sta marciando verso Cornigliano, in particolare verso la zona dell’elicoidale, punto nevralgico per la viabilità cittadina, sia per quanto riguarda il casello autostradale di Genova Ovest che per la sopraelevata.

A Sestri Ponente il traffico è già molto intenso, ma i problemi alla viabilità sono destinati a peggiorare. I lavoratori del cantiere, infatti, sono decisi ad ottenere risposte dal ministero dello Sviluppo Economico, anche attraverso l’innalzamento del livello di protesta.

“Non ci stiamo divertendo, anzi i lavoratori perdono anche buona parte del salario – spiega Bruno Manganaro, Fiom Genova – Siamo qua per ribadire ciò che ha detto ieri la sindaco di Genova, cioè la necessità di riaprire il tavolo con il ministro dello Sviluppo Economico. La soluzione è quella di dividere fra i vari cantieri il lavoro che attualmente c’è e poi, con calma, ridiscutere su tutta la situazione e sulle iniziative da intraprendere”.

Intanto il presidente della Regione, Claudio Burlando, sta intrattenendo un confronto costante con il ministro Passera. “Credo che il presidente non voglia rendere subito pubblico il confronto – conclude Manganaro – ma noi siamo speranzosi che l’aver messo in moto tutta la città e le sue istituzioni possa portare al risultato”.