Quantcast
Cronaca

Costa Concordia: riprese le ricerche, recuperato il corpo di una donna

Costa Concordia

Isola del Giglio. A una settimana dal tragico naufragio della Costa Concordia, sale il bilancio delle vittime e cala quello dei dispersi, mentre le speranze di ritrovare vivi i 20 nomi che mancano all’appello si affievoliscono ogni giorno di più. Oggi, verso le 13,30, i i sommozzatori della Guardia Costiera, grazie al varco aperto dai palombari della Marina, hanno trovato il cadavere di una donna nella zona di poppa della Costa Concordia. È il dodicesimo corpo recuperato.

Cambia intanto la tecnica di ricerca per i tecnici dei vigili del fuoco che da stamani hanno ripreso le ricerche dei dispersi. Dopo aver utilizzato la tecnica ‘speditiva’ (limitarsi a bussare) quando l’apertura della porta può comportare pericolo per l’operatore, stamani i vigili del fuoco hanno usato speciali telecamere a fibra ottica fornite dai corpi speciali e in grado di mostrare il contenuto di una cabina attraverso un piccolo foro. Tutto questo avviene nella parte emersa della nave mentre nella parte sommersa, grazie ai varchi aperti dai palombari della Marina militare, si provvede con verifiche dirette.

E’ necessario verificare se è possibile sovrapporre l’attività di ricerca a quella del bunkeraggio”. Lo ha detto il commissario delegato all’emergenza Franco Gabrielli parlando durante la conferenza stampa al termine dell’insediamento delle due commissioni che lavoreranno a fianco del dipartimento della Protezione civile sul disastro della Costa Concordia.

Il prefetto Franco Gabrielli, commissario delegato all’emergenza sull’Isola del Giglio, ha insediato due comitati tecnico-scientifici per affrontare tutte le problematiche emerse dopo il naufragio di Costa Concordia. Ai comitati Gabrielli ha chiesto di verificare tutta l’attività di search and rescue compresi i tempi e le necessità di implementazione delle forze in campo, la possibilità e la fattibilità di imbrigliamento della nave e infine la possibilità di compiere contemporaneamente le attività di recupero del carburante e di ricerca dei dispersi.