Quantcast

Costa Concordia, mentre procedono le ricerche una verità: il comandante Schettino abbandonò la nave

costa concordia naufraghi

La notizia che tutti in qualche modo aspettavano e contemporaneamente scongiuravano è arrivata a metà pomeriggio: altri due corpi ritrovati, due anziani nelle loro cabine ancora con i giubini di salvataggio.

La paura di trovare ancora qualcuno però è alta. E le ricerche continuano per i passeggeri e i membri dell’equipaggio – 17 persone, secondo gli ultimi calcoli – cabina per cabina con le mappe della nave messe a disposizione dalla Costa Crociere. E’ lo stesso presidente della Provincia di Grosseto a dirlo, Leonardo Marras, al termine del vertice in prefettura di oggi pomeriggio

Nel frattempo si è venuti a conoscenza di nuovi aspetti relativi alla terribile tragedia, soprattutto relativi al comandante Francesco Schettino. Quando i militari convogliati all’isola del Giglio dalla Capitaneria di porto di Livorno hanno individuato Schettino giù dalla nave (intorno a mezzanotte e trenta, secondo quanto si apprende), secondo quanto appreso gli hanno ricordato le proprie responsabilità e la gravità del suo comportamento in qualità di comandante, invitandolo a risalire a bordo per coordinare le procedure di evacuazione, come prevede la legge. Schettino, sempre secondo quanto appreso, avrebbe assicurato che sarebbe risalito a bordo della ‘Concordia’, ma questo non è mai avvenuto.