Quantcast
Cronaca

Costa Concordia, l’azienda liquida il Comandante: “Errori di giudizio”

Isola del Giglio. Mentre proseguono senza sosta le ricerche degli ultimi dispersi dopo il naufragio della Costa Concordia, arriva un comunicato ufficiale della Costa Crociere. L’azienda fa il punto della situazione e dedica un parte della nota al Comandante Schettino.

“Il Comandante Francesco Schettino, che era al comando di Costa Concordia – scrive Costa Crociere – è entrato in Costa Crociere nel 2002 come ufficiale responsabile della sicurezza e promosso comandante nel 2006, dopo essere stato comandante in seconda. Come tutti i comandanti della flotta egli ha partecipato ad un continuo programma di aggiornamento e addestramento ed ha superato positivamente tutte le verifiche di idoneità previste”.

“Come già reso noto, la Magistratura, con cui Costa Crociere sta collaborando, ha disposto il fermo del Comandante, verso il quale sono state mosse gravi accuse. Sembra che il comandante abbia commesso errori di giudizio che hanno avuto gravissime conseguenze: la rotta seguita dalla nave è risultata troppo vicina alla costa, e sembra che le sue decisioni nella gestione dell’emergenza non abbiano seguito le procedure di Costa Crociere che sono in linea e, in alcuni casi vanno oltre, gli standard internazionali”.