Quantcast
Cronaca

Concordia, il Codacons chiede ritiro licenza navigazione per Costa

costa concordia naufragio

Roma. In un week end così tragico è solo l’aggiornamento del numero delle vittime ciò che può peggiorare la situazione. Per la Costa Crociere, però, che sta fronteggiando questa tragedia e questa emergenza, arriva però anche la spada di Damocle del Codacons.

Dopo il gravissimo incidente che ha visto coinvolta la nave Concordia” il Codacons chiede la “sospensione o il ritiro della licenza di navigazione nei confronti della società Costa Crociere”. “A seguito delle notizie che si stanno susseguendo in queste ore, e che vedrebbero, sulla base delle dichiarazioni dei superstiti, ritardi e gravi carenze nelle procedure di emergenze e nelle operazioni di soccorso, riteniamo indispensabile che le autorità competenti valutino l’eventuale sospensione o l’eventuale ritiro della licenza di navigazione nei confronti della società Costa Crociere”, è detto in una dichiarazione.

Il Codacons sta inoltre preparando un “esposto alla magistratura in cui si chiede di indagare anche per il reato di strage, che in base al nostro codice penale, è considerato reato di pericolo”. L’associazione, che ha già pubblicato sul proprio sito i moduli attraverso i quali i passeggeri della nave possono aderire alla class action finalizzata a chiedere il risarcimento dei danni subiti, annuncia inoltre “l’intenzione di costituirsi parte civile in rappresentanza della categoria degli utenti”.