Quantcast

Cinema: la crisi colpisce anche il box office, calo per i cinepanettoni

schermo cinema

La crisi si sente anche al box office. Una prima sorpresa, a cavallo tra il 2011 e il 2012, è il balzo in vetta agli incassi de “Il Gatto con gli stivali”, animazione DreamWorks che nel weekend incassa 2.328.511 euro portando a 11.768.010 euro gli introiti complessivi, scavalcando così “Sherlock Holmes: gioco di ombre”, ora secondo con 2.263.343 euro ma con un incasso totale di 14.291.918 euro.

La seconda sorpresa, invece, è il calo di popolarità del cosiddetto cinepanettone, pur considerando la situazione generale di contrazione dei consumi. “Vacanze di Natale a Cortina” scende dal secondo al terzo posto, incassa 1.602.802 euro e porta gli incassi complessivi a 9.793.844 euro, di fatto quasi la metà di quanto incassò l’anno scorso “Natale in Sudafrica” fino al weekend precedente l’Epifania: 17.040.679 euro. Le cose non vanno meglio per “Finalmente la felicità” di Leonardo Pieraccioni, che mantiene la quarta posizione incassando 1.546.467 euro, portando a 8.314.458 euro il bottino complessivo.

Stabile al quinto posto “Capodanno a New York” (998.307 euro), mentre perdono entrambi una posizione “Il figlio di Babbo Natale” e “Le Idi di marzo”, sesto e settimo con 590.388 euro e 517.974 euro. Rimane in ottava posizione “Midnight in Paris” di Woody Allen, che incassa 315.862 euro e porta a 7.971.843 euro gli introiti totali, così come mantiene il nono posto “Il principe del deserto” di Jean-Jacques Annaud (222.148 euro). Chiude la top ten “Emotivi anonimi”, decimo con 121.599 euro.  

Anche per il week end di Capodanno, come per quello di Natale, la diversa successione dei giorni festivi rende non omogeneo il confronto con il week end dello scorso anno. E’ quanto comunica Cinetel, società di rilevazione dati dell’andamento del mercato cinematografico in Italia, che comunica i risultati relativi al periodo delle festivita’ di Capodanno.

Esaminando i tre giorni 30, 31 dicembre e primo gennaio – secondo la rilevazione Cinetel – si registra quest’anno, nel campione rappresentativo del 90% del mercato, un incasso di 10 milioni 982 mila euro, -16% rispetto ai tre giorni dello scorso anno, e un totale di biglietti venduti di 1 milione 541 mila biglietti, anche in questo caso -16% rispetto al periodo dello scorso anno.

Meno negativa, secondo le prime rilevazioni, la situazione complessiva del mese di dicembre (-7% sia in termini di incassi che di biglietti venduti), mentre tra qualche giorno sara’ possibile un bilancio complessivo dell’anno 2011.

Più informazioni