Quantcast
Sport

Calcio, Eccellenza: Arenzano nel mirino di tutti. Dopo il Sestri Levante, anche l’Imperia presenta ricorso per la presunta posizione irregolare di Battaglia

20110116BorgorossoVsChiavari20110116 0011

Genova. Bufera sul campionato di Eccellenza. Nel momento clou della stagione, a poche ore dalla finalissima di Coppa Italia e prima di un mini ciclo di scontri diretti nell’alta classifica del massimo campionato regionale, esplode il caso Arenzano.

Come ormai noto, il Sestri Levante, dopo aver perso in casa contro la stessa formazione arenzanese, ha presentato ricorso al giudice sportivo sostenendo la posizione irregolare del giocatore Matteo Battaglia che, secondo il club rossoblù, deve ancora scontare un turno di squalifica dalla scorsa stagione. Battaglia, quando giocava nella Juniores nazionale del Borgorosso, è stato squalificato per tre giornate e, sempre nella stagione scorsa, ne avrebbe scontate due, la penultima e l’ultima di campionato

Quindi, mancherebbe ancora una giornata da scontare. Il giocatore stesso avrebbe dichiarato di aver scontato il turno di squalifica che mancava, alla prima giornata di questa stagione, nel campionato regionale Juniores. In effetti, potrebbe essere vero poichè il campionato regionale Juniores, prevede l’utilizzo di fuoriquota, nati nel 1992, come appunto Battaglia. Che non ha preso parte alla prima giornata con la Juniores dell’Arenzano.

Per il Sestri Levante, invece no, la squalifica sarebbe stata da scontare esclusivamente in prima squadra, dove invece Matteo Battaglia ha sempre giocato finora. Così è partito il ricorso. L’Imperia, seconda in classifica dopo aver vinto lo scontro diretto di domenica contro il Vado, saputo del ricorso presentato dalla capolista Sestri Levante, ha fatto la medesima cosa.

Arenzano-Imperia è stata giocata lo scorso 8 gennaio e terminò con il punteggio di 3-3. La società nerazzurra sostiene di essere nei tempi per presentare il ricorso. Così, si è rivolta al Giudice sportivo che, adesso, dovrà pronunciarsi su due ricorsi, quello del Sestri Levante e quello dell’Imperia.

Sono parecchi i punti oscuri di questa vicenda. Uno, molto rilevante: se il termine per presentare un ricorso, in caso di posizione irregolare di un giocatore, è di sette giorni, come può l’Imperia aver presentato il ricorso, nei termini di regolamento, dal momento che lo ha fatto dopo il Sestri Levante?
Se Matteo Battaglia può giocare ancora nella Juniores, perchè allora il Sestri Levante ha presentato ricorso?
E, ancora: perchè in tutto il girone di andata, nessuna squadra si è mai accorta della posizione, a questo punto, presunta, di Matteo Battaglia?

Tutti interrogativi, ai quali risponderà il giudice sportivo. Forse già giovedì.